GoCritic!
FILM_VALLEY_Sitges_home
Aalto University

Recensioni

Ága - di Milko Lazarov - BERLINO 2018: Nel suo nuovo film, Milko Lazarov esplora con affetto un amore senile e uno stile di vita primitivo
Ága
di Milko Lazarov
BERLINO 2018: Nel suo nuovo film, Milko Lazarov esplora con affetto un amore senile e uno stile di vita primitivo
Lemonade - di Ioana Uricaru - BERLINO 2018: Il primo film di Ioana Uricaru esplora le difficoltà e le sofferenze di una donna rumena che prova a stabilirsi negli Stati Uniti
Lemonade
di Ioana Uricaru
BERLINO 2018: Il primo film di Ioana Uricaru esplora le difficoltà e le sofferenze di una donna rumena che prova a stabilirsi negli Stati Uniti
One Day - di Zsófia Szilágyi - CANNES 2018: Zsófia Szilágyi realizza un’opera prima tesa e di acuto realismo sulla vita quotidiana opprimente di una donna, una madre di famiglia sull'orlo dell'esplosione
One Day
di Zsófia Szilágyi
CANNES 2018: Zsófia Szilágyi realizza un’opera prima tesa e di acuto realismo sulla vita quotidiana opprimente di una donna, una madre di famiglia sull'orlo dell'esplosione
The Load - di Ognjen Glavonic - CANNES 2018: Il primo film di finzione di Ognjen Glavonić è uno sguardo severo su un crimine di guerra in Kosovo e le sue conseguenze, con un’incredibile performance di Leon Lučev come protagonista
The Load
di Ognjen Glavonic
CANNES 2018: Il primo film di finzione di Ognjen Glavonić è uno sguardo severo su un crimine di guerra in Kosovo e le sue conseguenze, con un’incredibile performance di Leon Lučev come protagonista
The Eyes of Orson Welles - di Mark Cousins - CANNES 2018: Attraverso disegni e scarabocchi realizzati da Orson Welles, il regista e accademico Mark Cousins ci dà un’idea di quest’uomo e del suo cinema
The Eyes of Orson Welles
di Mark Cousins
CANNES 2018: Attraverso disegni e scarabocchi realizzati da Orson Welles, il regista e accademico Mark Cousins ci dà un’idea di quest’uomo e del suo cinema
The World Is Yours - di Romain Gavras - CANNES 2018: Romain Gavras dirige un film esilarante con una trama ben sviluppata su una banda di piccoli spacciatori che giocano a fare i gangster sulla Costa Brava
The World Is Yours
di Romain Gavras
CANNES 2018: Romain Gavras dirige un film esilarante con una trama ben sviluppata su una banda di piccoli spacciatori che giocano a fare i gangster sulla Costa Brava
Sauvage - di Camille Vidal-Naquet - Camille Vidal-Naquet s’immerge nella quotidianità della prostituzione maschile per un film scioccante dove crudezza, libertà e ricerca dell’amore si intrecciano
Sauvage
di Camille Vidal-Naquet
Camille Vidal-Naquet s’immerge nella quotidianità della prostituzione maschile per un film scioccante dove crudezza, libertà e ricerca dell’amore si intrecciano
The End? L'inferno fuori - di Daniele Misischia - Ambientata dentro un ascensore, l’opera prima di Daniele Misischia immagina una Roma apocalittica dove un virus letale trasforma le persone. Un film prodotto dai Manetti bros.
The End? L'inferno fuori
di Daniele Misischia
Ambientata dentro un ascensore, l’opera prima di Daniele Misischia immagina una Roma apocalittica dove un virus letale trasforma le persone. Un film prodotto dai Manetti bros.

Seguici su

facebook twitter rss

IPPP_Focal_home
San_Sebastian_HOME
EFA Gender Equality

Recensioni

Blossom Valley - di László Csuja - KARLOVY VARY 2018: Il regista esordiente László Csuja fa un uso impressionante di un cast non professionale per raccontare la storia di due giovani che hanno una relazione ambigua
Blossom Valley
di László Csuja
KARLOVY VARY 2018: Il regista esordiente László Csuja fa un uso impressionante di un cast non professionale per raccontare la storia di due giovani che hanno una relazione ambigua
A Land Imagined - di Yeo Siew Hua - LOCARNO 2018: Il film vincitore del Pardo d’oro a Locarno è un eccellente thriller poliziesco che ruota intorno all’esistenza di realtà e identità parallele
A Land Imagined
di Yeo Siew Hua
LOCARNO 2018: Il film vincitore del Pardo d’oro a Locarno è un eccellente thriller poliziesco che ruota intorno all’esistenza di realtà e identità parallele
Too Late to Die Young - di Dominga Sotomayor - LOCARNO 2018: Dominga Sotomayor presenta in prima mondiale nella Competizione internazionale del Locarno festival il suo secondo lungometraggio
Too Late to Die Young
di Dominga Sotomayor
LOCARNO 2018: Dominga Sotomayor presenta in prima mondiale nella Competizione internazionale del Locarno festival il suo secondo lungometraggio
Shéhérazade - di Jean-Bernard Marlin - CANNES 2018: Immersione ultrarealista nella delinquenza giovanile di Marsiglia per una sorprendente e avvincente storia d’amore firmata Jean-Bernard Marlin
Shéhérazade
di Jean-Bernard Marlin
CANNES 2018: Immersione ultrarealista nella delinquenza giovanile di Marsiglia per una sorprendente e avvincente storia d’amore firmata Jean-Bernard Marlin
Carmen & Lola - di Arantxa Echevarria - CANNES 2018: Il film di Arantxa Echevarría trasuda freschezza, autenticità e difende uno degli ultimi diritti da conquistare: l’amore passionale tra donnne gitane
Carmen & Lola
di Arantxa Echevarria
CANNES 2018: Il film di Arantxa Echevarría trasuda freschezza, autenticità e difende uno degli ultimi diritti da conquistare: l’amore passionale tra donnne gitane
Ruben Brandt, Collector - di Milorad Krstic - LOCARNO 2018: Milorad Krstić è uno dei migliori film di animazione realizzato in Europa dal 2003 a questa parte, anno di Belleville Rendez-vous
Ruben Brandt, Collector
di Milorad Krstic
LOCARNO 2018: Milorad Krstić è uno dei migliori film di animazione realizzato in Europa dal 2003 a questa parte, anno di Belleville Rendez-vous
Horizonti - di Tinatin Kajrishvili - BERLINO 2018: Il secondo film del regista di Brides Tinatin Kajrishvili è un’esplorazione del dolore insopportabile che prova il protagonista dopo che sua moglie lo ha lasciato
Horizonti
di Tinatin Kajrishvili
BERLINO 2018: Il secondo film del regista di Brides Tinatin Kajrishvili è un’esplorazione del dolore insopportabile che prova il protagonista dopo che sua moglie lo ha lasciato
M - di Yolande Zauberman - LOCARNO 2018: L’inarrestabile regista Yolande Zauberman concorre al Locarno festival con il suo nuovo potentissimo film, ritratto senza concessioni d’un eroe moderno
M
di Yolande Zauberman
LOCARNO 2018: L’inarrestabile regista Yolande Zauberman concorre al Locarno festival con il suo nuovo potentissimo film, ritratto senza concessioni d’un eroe moderno
Swiss Films Animation
Cinemed
Torino Short Film Market
Advertise