email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Francia

Antony Cordier gira Gaspard va au mariage

di 

- Félix Moati, Laetitia Dosch, Christa Théret, Marina Foïs, Johan Heldenberg e Guillaume Gouix nel cast. Prodotto da Agat Films e venduto da Pyramide

Antony Cordier gira Gaspard va au mariage
Il regista Antony Cordier

Primo ciak il 10 ottobre in Alta Vienne per Gaspard va au mariage [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Antony Cordier
scheda film
]
di Antony Cordier, terzo lungometraggio del cineasta dopo Douches froides [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Quinzaine des réalisateurs 2005 e premio Louis Delluc della miglior opera prima lo stesso anno; nominato al César 2006 della miglior opera prima) e Happy Few [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(in concorso alla Mostra di Venezia 2010). Nel cast figurano Félix Moati (nominato ai César 2013 e 2016 della miglior promessa per Télé gaucho [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e A trois on y va [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Laetitia Dosch (La bataille de Solférino [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Keeper [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Guillaume Senez ­
scheda film
]
), Christa Théret (nominata ai César 2010 e 2012 per LOL [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e La brindille [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, ai Lumière 2008 e 2014 per Et toi t'es sur qui? [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Renoir [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
; Shooting Star 2013 dell'European Film Promotion), Marina Foïs (nominata al César 2008 e 2012 della miglior attrice per Darling [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Polisse [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maïwenn
scheda film
]
, vista di recente in Irréprochable [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Pericle il nero [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Stefano Mordini
scheda film
]
), il belga Johan Heldenberg (Alabama Monroe [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Felix van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
festival scope
scheda film
]
) e Guillaume Gouix (nominato al César e al Lumière 2012 della miglior promessa per Jimmy Rivière [+leggi anche:
trailer
intervista: Teddy Lussi-Modeste
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dal regista con la collaborazione della sua complice abituale Julie Peyr (nominata al César 2014 del miglior adattamento per Jimmy P. [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arnaud Desplechin
scheda film
]
e al César 2016 della miglior sceneggiatura originale per I miei giorni più belli [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e di Nathalie Najem (Vie sauvage [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), la sceneggiatura è centrata su Gaspard, Coline e Virgil che sono cresciuti in uno zoo. Alla morte della madre, si sono separati. Oggi, i fratelli si ritrovano per il nuovo matrimonio del padre: c’è chi è andato lontano, chi si sente un animale e chi non non si sente al suo posto. E c’è l’amica immaginaria che li protegge.  

Prodotto da Nicolas Blanc per Agat Films, Gaspard va au mariage beneficia di un pre-acquisto di OCS, di 520 000 euro di anticipo sugli incassi del CNC, del sostegno della regione Limosino e delle Sofica La Banque Postale Image e SofiTVciné. Le riprese si svolgeranno dal 10 ottobre al 25 novembre nei dintorni di Limoges. Da notare che la musica sarà composta da Thylacine. La distribuzione in Francia e le vendite internazionali saranno guidate da Pyramide.

Agat Films & Ex Nihilo ha attualmente in post-produzione Cornélius, le meunier hurlant [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Yann le Quellec (leggi l'articolo), Luna di Elsa Diringer (articolo) e Le jeune Karl Marx [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Raoul Peck (articolo), in produzione il documentario Adolescentes di Sébastien, in preparazione La villa di Robert Guédiguian, e lancerà nelle sale l’11 gennaio 2017 Jamais contente [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Emilie Deleuze (menzione speciale Generation a Berlino; premio EFA Pubblico Giovane 2016).

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.