email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Francia / Belgio

Coralie Fargeat sul set di Revenge

di 

- Matilda Lutz, Kevin Janssens, Vincent Colombe e Guillaume Bouchède nel cast del primo lungometraggio della cineasta. Una produzione M.E.S. e Monkey Pack

Coralie Fargeat sul set di Revenge
Vincent Colombe e Matilda Lutz durante le riprese di Revenge (© Coralie Fargeat)

Apprezzata per i suoi cortometraggi Le Télégramme e Reality +, Coralie Fargeat è un’adepta del cinema di genere, un universo per il quale la produzione francese mostra un nuovo interesse. La regista, che evoca come riferimenti Sailor et Lula, Drive, Under The Skin [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jonathan Glazer
scheda film
]
e Cronenberg, sta girando dal 6 febbraio e fino al 21 marzo il suo primo lungometraggio: Revenge [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Coralie Fargeat
scheda film
]
. Nel cast figurano l’italiana Matilda Lutz (L'estate addosso [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Mi chiamo Maya
), il belga Kevin Janssens (Les Ardennes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Robin Pront
scheda film
]
, Madonna's Pig, Shooting Star 2007 dell'European Film Promotion), il francese Vincent Colombe (visto in Rosalie Blum [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Mon roi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
; protagonista di Reality +) e il suo connazionale Guillaume Bouchède (molto attivo in ambito teatrale e che ha fatto qualche apparizione sul grande schermo, recentemente in Demain tout commence [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta da Coralie Fargeat, la sceneggiatura vede tre ricchi dirigenti d’impresa quarantenni, sposati e bravi padri di famiglia, ritrovarsi per la loro battuta di caccia annuale in una zona desertica di canyon. Un modo per loro per evadere dallo stress e affermare la loro virilità, armi in mano. Ma stavolta, uno di loro è venuto accompagnato dalla sua giovane amante, una lolita ultra sexy che suscita subito il desiderio degli altri due... Le cose degenerano… Nell’inferno del deserto, la giovane donna, data per morta, riprende vita... E la battuta di caccia si trasforma in una spietata caccia all’uomo…  

L'intenzione di Coralie Fargeat è di raccontare "la storia della trasformazione di una donna. Frivola e candida, sottomessa al desiderio degli uomini che la vedono solo come un oggetto del desiderio che deve soddisfare a costo di morire, rinasce in una donna dura e animale, che niente e nessuno potrà più manipolare o abusare (...) A un altro livello di lettura, simboleggia la trasformazione di una certa rappresentazione della donna al cinema, vista troppo spesso come una spalla, un oggetto sessuale da denudare e umiliare. Il film gioca all’inizio con questa rappresentazione che sposa a oltranza per poi invertirla bruscamente. Il personaggio diventa allora la figura forte del film, supereroina e motore dell’azione (...) in un mondo bruto, carnale, sempre più sensoriale, epidermico e violento".

Prodotto da Marc-Etienne Schwartz per M.E.S. Productions (Les Petits Princes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e dal duo Jean-Yves Robin - Marc Stanimirovic per Monkey Pack Films, Revenge è coprodotto dai belgi di Nexus Factory e dai francesi di Logical Pictures e di Charades (la nuova società di vendite internazionali lanciata da Carole Baraton, Yohann Comte, Pierre Mazars e Constantin Briest). Pre-acquistato da Canal+ e Ciné+, il lungometraggio beneficia anche del sostegno della Sofica Cinémage e sarà distribuito in Francia da Rézo Films. Le sei settimane e due giorni di riprese si svolgeranno in Marocco e a Parigi.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.