email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Danimarca

The Purity of Vengeance completa la serie di Department Q

di 

- CANNES 2017: Christoffer Boe dirigerà il quarto episodio della saga thriller prodotta da Zentropa, che finora ha venduto in Danimarca 2,2 milioni di biglietti

The Purity of Vengeance completa la serie di Department Q
Il regista Christoffer Boe

Al filmmaker danese Christoffer Boe è stata affidata la regia di The Purity of Vengeance, il quarto thriller della serie Department Q, tratta dai romanzi dell’autore danese Jussi Adler-Olsen, come annunciato al Festival di Cannes ieri, 21 maggio, dalla società danese Zentropa Entertainments.

I precedenti titoli della serie - The Keeper of Lost Causes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eugenio Mira
scheda film
]
The Absent One [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, diretti rispettivamente nel 2013 e nel 2014 da Mikkel Nørgaard, e A Conspiracy of Faith [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, uscito nel 2015 per la regia di Hans Petter Moland – sono stati tutti dei successi di botteghino, con un totale di 2,2 milioni di biglietti venduti. Le pellicole sono state distribuite in tutto il mondo dall’agenzia di vendita internazionale TrustNordisk, con sede in Danimarca.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“È giunto il momento del gran finale [almeno con Zentropa], e non potremmo realizzarlo in miglior modo che con Nikolaj Lie Kaas e Fares Fares accanto a Boe, uno dei più grandi talenti del cinema danese”, ha dichiarato la produttrice di Zentropa, Louise Vesth, che per il film ha stanziato 5,2 milioni di euro. Le sceneggiature di tutti e quattro gli episodi della serie vedono la firma congiunta di Nikolaj Arcel, Bo Hr Hansen e Nørgaard. Le riprese sono previste per l’inizio dell’anno prossimo.  

Lie Kaas e Fares Fares sono gli interpreti principali, nei panni dell’ispettore capo Carl Mørck e del suo braccio destro Assad della sezione Q del commissariato di Copenaghen, specializzato in casi delicati o irrisolti.  Questa volta, la coppia è chiamata in un vecchio appartamento della città, nel quale alcuni operai edili hanno trovato tre cadaveri mummificati, seduti attorno a una tavola assieme ad una quarta sedia vuota.  

Il lungometraggio d’esordio di Boe, Reconstruction, ha vinto la Camera d’oro a Cannes nel 2003, mentre Offscreen [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, del 2006, ha ricevuto il premio Cinema Giovane a Venezia, e Everything Will Be Fine [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
è stato selezionato nel 2010 per la Quinzaine des réalisateurs sulla Croisette. Più recentemente, Sex, Drugs and Taxation [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
ha registrato 300.000 ingressi in sala e si è aggiudicato tre premi Robert, assegnati dell’Accademia del cinema danese.

Se Zentropa si appresta con questo quarto episodio ad abbandonare Department Q, per Nordisk Film la collaborazione è solo all’inizio. La major danese ha infatti acquistato i diritti dei restanti romanzi di Adler-Olsen, che nel frattempo ha pubblicati altri due tomi e che sta lavorando per completare un totale di dieci volumi. D’altra parte, l’autore si aspettava di venir coinvolto nella scrittura del copione, o almeno di collaborare alla sua stesura e di poter dire la propria sullo stile del film e sulla scelta del cast, tuttavia non gli è stato chiesto di prendere parte alla realizzazione di questa versione cinematografica.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.