email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Italia

Il Noir in Festival a dicembre con il Premio Caligari

di 

- Torna l’evento che coniuga letteratura e cinema con un premio riservato al miglior film italiano di crime del 2017 e un concorso internazionale ricco di titoli europei

Il Noir in Festival a dicembre con il Premio Caligari
Ammore e malavita dei Manetti Bros.

La XXVII edizione di Noir in Festival si terrà dal 3 al 10 dicembre tra Milano e Como, con la novità del Premio Caligari, concorso riservato al miglior film italiano di crime uscito nella scorsa stagione, in un anno particolarmente fortunato per il genere.  Come ha sottolineato la condirettrice artistica Marina Fabbri stamattina alla presentazione della rassegna, “il concorso dedicato ad un regista indimenticabile, da poco scomparso, Claudio Caligari - autore di un noir seminale come L’odore della notte giusto vent’anni fa - include 8 titoli recenti, alcuni meno visti, altri più premiati al box office”. Si tratta di Omicidio all’italiana [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Maccio Capatonda; Sicilian Ghost Story [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza; Ammore e malavita [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marco e Antonio Manetti
scheda film
]
dei Manetti Bros.; Falchi [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
di Toni D’Angelo; Gatta Cenerentola [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alessandro Rak
scheda film
]
di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone; La ragazza nella nebbia [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Donato Carrisi; I figli della notte [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andrea De Sica
scheda film
]
di Andrea De Sica; Monolith [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ivan Silvestrini. A scegliere il vincitore sarà una giuria popolare di giovani studenti e di appassionati. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Protagonista assoluta dello storico festival che coniuga letteratura noir e cinema sarà la grande scrittrice canadese Margaret Atwood, che sarà premiata con il Raymond Chandler Award a Como dopo essere intervenuta alla Fondazione Gian Giacomo Feltrinelli a Milano. Tra gli ospiti italiani, gli scrittori Simona Vinci, Paola Barbato, Antonella Lattanzi, Marco Vichi, Roberto Costantini, Marcello Fois, Donato Carrisi a Carlo Lucarelli, affiancati dallo spagnolo Marcos Chicot e il francese Bernard Minier.

Quasi interamente europeo il concorso cinematografico, con otto prime italiane tra vendetta al femminile, melodramma romantico, noir rurale e thriller adrenalinico: Madame Hyde [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Serge Bozon
scheda film
]
di Serge Bozon con Isabelle Huppert, che sarà presente al festival; lo spagnolo Handia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Aitor Arregi e Jon Garaño
scheda film
]
di Jon Garaño e Aitor Arregi; ancora la Francia con Burn Out [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Yann Gozlan; il finlandese Euthanizer [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Teemu Nikki
scheda film
]
di Teemu Nikki, che avrà una distribuzione italiana con I Wonder; You Were Never Really Here [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Lynne Ramsay
scheda film
]
di Lynne Ramsay, produzione Gran Bretagna/Francia con Joaquin Phoenix (distribuzione italiana di Europictures); The Nile Hilton Incident [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tarik Saleh
scheda film
]
di Tarik Saleh, con Fares Fares, ambientato al Cairo e prodotto da Svezia, Danimarca, Germania, e la distribuzione italiana di Movies Inspired; il wester-noir indonesiano Marlina, The Murderer in Four Acts [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Mouly Surya (Indonesia, Francia, Malesia, Thailandia, distribuzione italiana di Lab 80 film); Tomato Red [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, dell’attrice e regista dublinese Juanita Wilson (Irlanda, Canada). Fuori Concorso, sui vedranno My Cousin Rachel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Roger Michell con Rachel Weisz dal romanzo di Daphne du Maurier e, dal Festival di Cannes 2017, Wonderstruck di Todd Haynes con Julianne Moore e l’esordiente Millicent Simmonds.

Due gli eventi speciali dedicati al cinema italiano: l’omaggio al “maverick” del poliziottesco Enzo G. Castellari e la scoperta di un recente cult-movie della produzione indipendente: Il demone di Laplace di Giordano Giulivi, premiato in tutto il mondo e ignorato in Italia.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.