email print share on facebook share on twitter share on google+

TELEVISIONE Italia

Piero Messina dirige la seconda stagione di Suburra, la serie

di 

- Il regista di L’attesa è la new entry dietro la macchina da presa della fortunata serie crime italiana targata Netflix, al fianco di Andrea Molaioli. Inizio riprese a marzo

Piero Messina dirige la seconda stagione di Suburra, la serie
I protagonisti di Suburra, la serie: (da sinistra) Alessandro Borghi, Eduardo Valdarnini e Giacomo Ferrara

Cominceranno tra fine marzo e inizio aprile le riprese della seconda stagione di Suburra, la fortunatissima serie crime italiana prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction, la cui prima stagione (leggi la news) è stata lanciata lo scorso ottobre su Netflix, in oltre 190 paesi. E dietro la macchina da presa c’è una new entry: Piero Messina. Il 36enne regista di L’attesa [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Piero Messina
scheda film
]
(in concorso alla Mostra di Venezia 2015) affiancherà Andrea Molaioli (La ragazza del lago [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Il gioiellino
 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- confermato dopo aver diretto gli episodi della prima stagione con Michele Placido e Giuseppe Capotondi), per quella che si preannuncia come una stagione ancora più ricca di azione, dramma e giochi di potere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sempre ispirate all’omonimo libro di Carlo Bonini e Giancarlo di Cataldo, le otto nuove puntate della serie che vede Chiesa, politici corrotti e criminalità organizzata scontrarsi in una sanguinosa lotta per il controllo del litorale di Ostia, sono scritte da Barbara Petronio, che cura anche la supervisione editoriale, con Ezio Abbate e Fabrizio Bettelli. Protagonisti sono gli stessi personaggi che hanno conquistato il pubblico nella prima stagione: Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara, appena visto a Rotterdam in Guarda in alto [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
) e Lele (Eduardo Valdarnini), determinati a scalare il potere criminale della Capitale; e poi, l’ambiziosa consulente finanziaria legata alla Chiesa Sara Monaschi (Claudia Gerini), il politico Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e lo spietato boss Samurai (Francesco Acquaroli). Quali nuove alleanze stringeranno e quali nuove strategie escogiteranno per conquistare il controllo del litorale romano? 

La diffusione degli episodi della seconda stagione di Suburra, la serie sulla piattaforma di internet tv Netflix (109 milioni di abbonati nel mondo) è prevista tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.