email print share on facebook share on twitter share on google+

PREMI Islanda

Prisoners e Under the Tree si spartiscono gli Edda

di 

- La serie di Ragnar Bragason e il film di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson hanno vinto quasi tutti i premi dell’Accademia islandese del cinema e della televisione quest’anno

Prisoners e Under the Tree si spartiscono gli Edda
Il team di Under the Tree ritira uno dei suoi premi Edda (© mbl.is/​Krist­inn Magnús­son)

L’Accademia islandese del cinema e della televisione ha consegnato i suoi 19mi premi Edda all’Hilton di Reykjavik il 25 febbraio, ma la cerimonia ha avuto praticamente solo due vincitori. A spartirsi gli Edda quest’anno sono stati il film di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson Under the Tree [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hafsteinn Gunnar Sigurðsson
scheda film
]
e la serie RÚV Prisoners, diretta da Ragnar Bragason, che si sono aggiudicati rispettivamente sette e dieci trofei, tra cui quelli del Film e del Dramma TV dell’anno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Under the Tree, presentato in anteprima a Venezia nella sezione Orizzonti l’anno scorso, ha trionfato in tutte le categorie maggiori. Oltre all’Edda del Film dell’anno, Sigurðsson ha ottenuto anche quello del Miglior regista e della Miglior sceneggiatura (co-firmata con Huldar Breiðfjörð). Anche le performance del cast sono state riconosciute dai membri dell’accademia: un Edda è andato ai due protagonisti Edda Björgvinsdóttir e Steinþór Hróar Steinþórsson, e a Sigurður Sigurjónsson come non prtagonista. Nelle categorie tecniche, tuttavia, Under the Tree ha dovuto accontentarsi del premio per i Migliori effetti speciali.

Nonostante le sue nove nomination, il racconto di formazione d’esordio di Ása Helga Hjörleifsdóttir, The Swan [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ása Helga Hjörleifsdóttir
scheda film
]
, presentato a Toronto, non ha ottenuto neanche un Edda, e nemmeno il pluripremiato debutto Winter Brothers [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hlynur Pálmason
scheda film
]
di Hlynur Pálmason,che aveva trionfato ai premi Robert danesi (leggi la news) e ha lasciato la cerimonia a mani vuote. Baldvin Z, che è attualmente in post-produzione con il suo Let Me Fall (leggi la news), ha ricevuto l’Edda del Miglior documentario per Beyond Strength.

Il dramma carcerario Prisoners aveva già segnato un record con le sue 14 nomine e collezionato una bella serie di premi. Scritto da Bragason e Margrét Örnólfsdóttir, il Dramma TV dell'anno ha ricevuto anche l’Edda della Miglior attrice non protagonista per Steinunn Ólína Þorsteinsdóttir e ha vinto tutti i premi tecnici, tra cui quelli per la fotografia, la scenografia, il montaggio, il suono, i costumi e il make-up. Durante il suo intervento, il cantante e compositore Pétur Ben, premiato per la Miglior colonna sonora, ha omaggiato il compositore cinematografico Jóhann Jóhannsson, scomparso di recente.

Anche se la serie neo-noir Stella Blómkvist ha avuto un record di visualizzazioni (vedi la news) e otto nomination agli Edda, non ha potuto contrastare il predominio di Prisoners in nessuna categoria: la serie RÚV ha ricevuto anche l’Edda del miglior programma TV, che è stato assegnato col voto del pubblico.

La lista dei vincitori dei premi Edda 2018:

Film dell’anno
Under the Tree [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hafsteinn Gunnar Sigurðsson
scheda film
]
 – Hafsteinn Gunnar Sigurðsson (Islanda/Polonia/Danimarca)

Miglior programma per bambini e giovani
Summer Children [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Guðrún Ragnarsdóttir (Islanda/Norvegia)

Dramma TV dell’anno
Prisoners –Ragnar Bragason

Miglior regista

Hafsteinn Gunnar Sigurðsson – Under the Tree

Miglior sceneggiatura originale
Huldar Breiðfjörð, Hafsteinn Gunnar Sigurðsson – Under the Tree

Miglior attrice protagonista
Edda Björgvinsdóttir – Under the Tree

Miglior attore protagonista
Steinþór Hróar Steinþórsson – Under the Tree

Miglior attrice non protagonista
Steinunn Ólína Þorsteinsdóttir – Prisoners

Miglior attore non protagonista
Sigurður Sigurjónsson – Under the Tree

Miglior scenografia
Heimir Sverrisson – Prisoners

Miglior fotografia
Árni Filippusson – Prisoners

Migliori costumi
Helga Rós V Hannam – Prisoners

Miglior make-up
Áslaug Dröfn Sigurðardóttir – Prisoners

Miglior montaggio
Valdís Óskarsdóttir, Sigurður Eyþórsson, Sverrir Kristjánsson – Prisoners

Miglior suono
Huldar Freyr Arnarson, Pétur Einarsson, Daði Georgson – Prisoners

Miglior colonna sonora
Pétur Ben – Prisoners

Migliori effetti speciali
The Gentlemen Broncos, Alexander Schepelern, Emil Pétursson and Snorri Freyr Hilmarsson – Under the Tree

Miglior documentario
Beyond Strength – Baldvin Z

Miglior cortometraggio
Atelier – Elsa María Jakobsdóttir

Personalità TV dell’anno
Unnsteinn Manuel Stefánsson – Hæpið

Premio Edda onorario
Guðný Halldórsdóttir

Miglior programma TV – Voto del pubblico
Prisoners

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.