email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Francia / Canada / Belgio

Guillaume de Fontenay gira Sympathie pour le diable

di 

- Niels Schneider, Vincent Rottiers e Ella Rumpf protagonisti. Una produzione guidata da Monkey Pack Films e venduta da Charades

Guillaume de Fontenay gira Sympathie pour le diable
Gli attori Niels Schneider, Vincent Rottiers e l'attrice Ella Rumpf

Ultima tranche di riprese a Sarajevo per Sympathie pour le diable (Sympathy for the Devil), primo lungometraggio del quebecchese Guillaume de Fontenay, un film sul mestiere del reporter di guerra.

Nel cast figurano il franco-canadese Niels Schneider (César 2017 della miglior promessa per Diamant noir [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arthur Harari
scheda film
]
, apprezzato anche in Les amours imaginaires, Belle Dormant [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ado Arrietta
scheda film
]
e Les rencontres d'après minuit [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e reduce dal set di Curiosa), Vincent Rottiers (nominato al César 2007 e 2010 della miglior promessa, nominato al César 2016 del miglior ruolo secondario per Dheepan [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Jacques Audiard
scheda film
]
, e che vedremo quest’anno in Angel, Frères d'arme e Sauver ou périr), la svizzera Ella Rumpf (nominata al German Film Critics Award 2018 della miglior attrice per Tiger Girl [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jakob, Tom Lass
scheda film
]
e allo Swiss Film Award 2015 del miglior ruolo secondario per Chrieg [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Simon Jaquemet
scheda film
]
, ammirata anche in Grave [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau
scheda film
]
), la francese Elisa Lasowski (vista nei panni di Maria Teresa d’Austria nella serie Versailles e anche nel Trono di spade), il suo connazionale Clément Métayer (nominato ai premi Lumières 2013 della rivelazione maschile per Qualcosa nell'aria [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
, visto in La vita oscena [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Renato De Maria
scheda film
]
e Floride [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e il belga Arieh Worthhalter (apprezzato a Toronto in Razzia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nabil Ayouch
scheda film
]
e che vedremo nel 2018 in Duelles, Girl e PEARL).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dal regista, Guillaume Vigneault e Jean Barbe dal libro di Paul Marchand, la sceneggiatura si concentra sul personaggio di Paul Marchand che, dopo il Libano, è stato per 18 mesi un importante reporter per tutte le radio francofone durante l'assedio di Sarajevo. Una cronaca su quello che molti giornalisti di questa "generazione Sarajevo" ancora evocano come i loro migliori anni.

Prodotto da Jean-Yves Robin e Marc Stanimirovic per la società parigina Monkey Pack Films, Sympathie pour le diable è coprodotto dai canadesi di Go Films, i belgi di Nexus Factory e i lionesi di Logical Pictures. Pre-acquistato da Canal+ e Ciné+, il film prevede sette settimane di riprese a Sarajevo dal 2 febbraio al 15 marzo. La distribuzione in Francia sarà guidata da Rezo Films e le vendite internazionali da Charades.

Ricordiamo che Monkey Pack Films, Logical Pictures, Rezo Films e Charades erano già partner per Revenge [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Coralie Fargeat
scheda film
]
di Coralie Fargeat. Monkey Pack Films ha anche prodotto di recente Les Beaux Esprits di Vianney Lebasque (leggi l’articolo).

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.