email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Italia

A Milano il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

di 

- Dal 18 al 25 marzo, la 28a edizione della rassegna che sarà aperta da Une saison en France, l’ultimo attesissimo film di Mahamat Saleh Haroun

A Milano il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina
Une saison en France di Mahamat Saleh Haroun

Si terrà a Milano, dal 18 al 25 marzo, la 28a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, l’unico in Italia dedicato alle cinematografie e alle culture dei tre continenti. La rassegna proporrà circa 60 film, tra cui 25 film in prima nazionale, 2 prime europee e 3 prime mondiali, una selezione delle produzioni più recenti di cinema di qualità, scelte su circa 600 film visionati. Ad aprire la 28a edizione sarà l’anteprima italiana di Une saison en France [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mahamat-Saleh Haroun
scheda film
]
, l’ultimo attesissimo film di una vecchia conoscenza del festival: Mahamat Saleh Haroun, alsuo primo film girato in Francia, con le intense interpretazioni di Eriq Ebouaney e Sandrine Bonnaire

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondoproporrà 10 film, di fiction e documentari, per la quasi totalità coprodotti da Paesi europei: il nuovo sconvolgente documentario di Talal Derki, Of Fathers and Sons [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Grand Jury Prize al Sundance 2018), in cui il regista siriano torna nel suo paese per documentare la quotidianità di una famiglia di combattenti di Al Qaida; il film rivelazione della Quinzaine des réalisateurs di Cannes 2017, I Am Not a Witch [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rungano Nyoni
scheda film
]
della regista zambiana Rungano Nyoni, un’interpretazione ironica e immaginifica del dramma dei bambini stregone; torna a Milano un regista culto del cinema bengalese, Mostofa Sarwar Farooki, fondatore di Chabal (movimento di avanguardia del Bangladesh per giovani talenti del cinema) con il suo film No Bed of Roses, interpretato dalla star indiana internazionale Irrfan Khan (The Millionaire [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Danny Boyle
scheda film
]
, Lunchbox [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
); dalla competizione del festival di Rotterdam 2018, l’opera prima dell’egiziano Fawzi Saleh, Poisonous Roses [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, girato nelle antiche concerie del Cairo; con Severina Felipe Hirsch ci racconta l’amore tormentato e misterioso tra un libraio melanconico e una ladra di libri a Montevideo; dal Brasile Azougue Nazareth, di Tiago Melo (Bright Future Award al Rotterdam Film Festival 2018) girato nella regione di Recife racconta del conflitto tra i poeti sambador che si preparano per il carnevale e un pastore evangelista che vieta questa tradizione “demoniaca”. Dall’Indonesia Kamila Andini con il suo secondo lungometraggio, The Seen and Unseen [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]

Il Concorso Extr’A è dedicato ai film di registi italiani a confronto con altre culture. Tra i film selezionati, due documentari in prima mondiale, Vita di Marzouk di Ernesto Pagano, sul ritorno di un uomo con i figli nel suo villaggio natale in Tunisia, e Underground Harvestdi Silvia Vignato, Parsifal Reparato e Christian Giuffrida, girato nel Nord di Sumatra, il film è una descrizione corale della relazione tra il mondo femminile nei campi di riso e la febbrile e rischiosa ricerca dell’oro del mondo maschile.

Una commedia ironica e brillante, Sheikh Jackson di Amr Salama (Egitto), dopo avere chiuso il Festival di Toronto sarà protagonista della Closing Night del Festival. Il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina rende infine omaggio a Idrissa Ouédraogo, uno dei più grandi cineasti africani di tutti i tempi, scomparso lo scorso 18 febbraio. Tra gli eventi speciali, da segnalare l’incontro con il celebre compositore britannico Michael Nyman, presidente della Giuria del concorso.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.