email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Svezia

I Guldbagge più importanti a Nina's Journey

di 

Il primo film di Lena Einhorn, Nina's Journey, è stato il protagonista a sorpresa della cerimonia degli Oscar svedesi, Guldbagge Awards, tenutasi la scorsa notte. La co-produzione Svezia-Polonia di Einholm, si è aggiudicata i due premi principali per il miglior film, e per la migliore sceneggiatura, togliendoli al film che aveva ricevuto il maggior numero di nomination in assoluto: Mouth to Mouth di Björn Runge, che infine ha avuto il premio per il miglior attore non protagonista per Magnus Krepper.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritto da Lena Einholm, che si è ispirata all'esperienza della madre nel ghetto di Varsavia durante la seconda guerra mondiale, Nina's Journey era anche reduce dalla vittoria del premio del pubblico al Göteborg Film Festival lo scorso week end e sicuramente il riconoscimento del talento della regista celebrato durante la premiazione dei Guldbagge tenutasi all'Opera di Göteborg, darà un maggiore impulso alle vendite internazionali (gestite dalla Non Stop Sales) a Berlino.
Durante l'evento della premiazione, presieduto dall'attrice Lena Endre, c'è stata anche un'altra sorpresa: il premio per la miglior regia a Ulf Malmros per la sua commedia God Save The King che ha vinto anche nella categoria dedicata ai costumi, mentre il favorito del pubblico, oltre che il possibile candidato svedese agli Oscar per il migliore film straniero, Zozo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Josef Fares ha ricevuto un premio per la migliore fotografia (ad Aril Wretblad) e per la migliore musica (a Adam Nordén).

L'attrice svedese Maria Lundqvist, che ha offerto un'interpretazione straordinaria nel concorrente svedese agli oscar Mother of Mine, ha aggiunto un Guldbagge per la migliore attrice protagonista alla sua già lunga lista di premi per il film, e Krister Henriksson ha vinto il riconoscimento al miglior attore per il suo ruolo nella commedia Sex, Hope & Love.
I fratelli Dardenne con il loro L'enfant [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Luc & Jean-Pierre Dardenne
scheda film
]
, (t.i.: L'enfant - una storia d'amore [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Luc & Jean-Pierre Dardenne
scheda film
]
), vincitore di Cannes 2005, è stato preferito a Caché [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Margaret Menegoz
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
(t.i.:Niente da nascondere [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Margaret Menegoz
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
) di Michael Haneke nella categoria miglior film straniero dell'anno. Infine, Åse Kleveland, Il responsabile dello Swedish Film Institute che lascerà l'ente il prossimo anno, ha ricevuto il premio Ingmar Bergman.

Lista completa dei vincitori dei Guldbagge awards:

Miglior film
Nina's Journey
Produttore: Kaśka Krosny

Miglior regia
Ulf Malmros
per God Save the King

Migliore attrice protagonista
Maria Lundqvist
per la sua interpretazione di Signe in Mother of Mine

Miglior attore protagonista
Krister Henriksson
per la sua interpretazione di Bertil in Sex, Hope & Love

Miglior attrice non protagonista
Ghita Nørby
per la sua interpretazione di Lilly in Four Weeks in June

Miglior attore non protagonista
Magnus Krepper
per la sua interpretazione di Morgan in Mouth to Mouth

Miglior sceneggiatura
Lena Einhorn
per la sua sceneggiatura di Nina's Journey

Miglior fotografia
Aril Wretblad
per la fotografia di Zozo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]

Miglior film straniero
L'enfant - una storia d'amore di Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne

Miglior film documentario
Prostitution Behind the Veil di Nahid Persson

Miglior risultato
nelle categorie di montaggio, scenografia, costumi, make-up, effetti speciali ed animazione
Jaana Fomin
per God Save the King

Miglior risultato nelle categorie suono, mix e colonna sonora
Adam Nordén
per Zozo

Premio alla Carriera
Attrice Anita Björk

Premio Ingmar Bergman 2005
Åse Kleveland

Il Gullspira Award per il miglior risultato nei film per ragazzi
regista Per Åhlin

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.