email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Italia

Cristina Comencini, il mondo in Bianco e Nero

di 

Si concluderanno a fine agosto le dieci settimane di riprese di Bianco e Nero, il ritorno alla commedia di Cristina Comencini dopo il successo (e la candidatura all’Oscar) de La bestia nel cuore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Girato interamente a Roma, il film sarà in sala a gennaio 2008, con 01 Distribution. Producono Cattleya e Rai Cinema per un budget di 5,1 milioni di euro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dopo il tema della pedofilia incestuosa del film precedente, Cristina Comencini affronta un altro tabù: i clichè reciproci che inquinano le relazioni tra bianchi e neri. Lo fa con toni comici (gli stessi del suo sfortunato Liberati i pesci, che metteva alla berlina gli stereotipi mafiosi), a rischio di sembrare politicamente scorretta.

Il film (sceneggiato dalla regista con la figlia Giulia Calenda e con Maddalena Ravagli) incrocia la vita di due coppie: Elena e Carlo (lui egoista, lei paladina dell’integrazione), e Nadine e Bertrand (collega di Elena). Motore della storia è l’attrazione tra Nadine e Carlo: il loro legame svelerà i luoghi comuni, sconvolgendo le convinzioni di protagonisti e spettatori.

Nato dal viaggio di lavoro per girare Il nostro Rwanda (che sarà alla prossima Festa di Roma), Bianco e nero è interpretato da Ambra Angiolini (vincitrice del David di Donatello per Saturno Contro, di Ferzan Ozpetek) e Fabio Volo nei ruoli di Elena e Carlo. Insieme a loro, una coppia di madri invadenti: il soprano Katia Ricciarelli (lanciata al cinema da Pupi Avati con La febbre [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
La seconda notte di nozze [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e Anna Bonaiuto.

Aissa Maiga sarà Nadine: l’attrice senegalese, già interprete di Niente da nascondere [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Margaret Menegoz
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
(Caché) di Michael Haneke, è stata candidata al César come giovane promessa per Bamako. Accanto a lei, nel ruolo di Bertrand, il protagonista di Lumumba, Eriq Ebouaney.

Su argomenti simili, Cristina Comencini ricorda East is East di Damien O'Donnell e pochi altri titoli. “Per questo sono contenta di essere nel film”, dice Aissa Maiga, “come attrice ma anche come donna”. E sul perché il tema sia affrontato in Italia prima che in Francia (dove pure i matrimoni misti sono più frequenti che altrove), Ebouaney risponde con le parole di suo padre: “Gli italiani sono gli africani d’Europa”.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.