Corpo e anima (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
The Nothing Factory (2017)
Soleil battant (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

DISTRIBUZIONE Grecia/Serbia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Grecia e Serbia firmano un accordo per sviluppare la cultura del pubblico

di 

- I centri cinematografici greco e serbo hanno siglato un accordo di mutuo supporto nel campo della distribuzione, con l'obiettivo di mettere in luce il cinema dei rispettivi paesi

Grecia e Serbia firmano un accordo per sviluppare la cultura del pubblico
La direttrice del Greek Film Centre Electra Venaki e il capo del Film Center Serbia Boban Jevtić (© Timon Hozo)

Con l'obiettivo finale di rafforzare la collaborazione tra Serbia e Grecia, un nuovo accordo commerciale di cooperazione focalizzato sulla distribuzione è stato firmato di recente al 23° Festival di Sarajevo.

Sono passati più di vent’anni dall’ultima collaborazione tra Serbia e Grecia a livello coproduttivo, con Pretty Village, Pretty Flame (1996) e The Wounds (1998) di Srđan Dragojević tra gli esempi più recenti. Ora i centri cinematografici di entrambi i paesi, che hanno già un rapporto molto stretto, stanno cercando di collaborare ulteriormente in una grande varietà di settori cinematografici. Hanno già iniziato con il co-finanziamento del film di debutto di Nikos Labôt, Her Job, che ha partecipato al programma di sviluppo First Films First ed è co-prodotto da Maria Drandaki della struttura greca Homemade Films, Milan Stojanović della serba Sense Production e dalla società francese Sister Productions (leggi la news). Inoltre, si prevede che altri progetti cinematografici serbi con coproduttore di minoranza greco faranno domanda di pre-approvazione al Greek Film Centre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Con lo stesso spirito collaborativo, la direttrice del Greek Film Centre, Electra Venaki, e il capo del Film Center Serbia, Boban Jevtić, hanno firmato un accordo che supporterà i distributori locali di ciascun paese nel promuovere produzioni provenienti dall'altra nazione. L'accordo prevede una serie di incentivi, poiché ciascun centro coprirà la traduzione, la sottotitolazione e (in parte) le spese promozionali di ogni distributore locale che decide di portare un film prodotto dall'altro paese sul mercato. La condizione stabilita dall'accordo è che per ogni film, oltre 20 proiezioni saranno offerte al pubblico. Inoltre, l'obiettivo è di decentralizzare le proiezioni e non limitarle solo alle capitali Atene e Belgrado. Idealmente, questa collaborazione creerà una rete unica che si estenderà a tutti i paesi e che promuoverà un reciproco scambio culturale.

Venaki sottolinea: “Abbiamo già cominciato con le nostre coproduzioni, ma dobbiamo concentrarci sullo sviluppo del pubblico, altrimenti è inutile. Non stiamo proiettando film serbi in Grecia, e la stessa cosa sta avvenendo con i film greci in Serbia. Quindi offrendo questi servizi, speriamo di incoraggiare i distributori, e poi vedremo ciò che i registi e i produttori chiederanno. Questo feedback è molto importante per la nostra ulteriore espansione”.

“E’ un esperimento, ma speriamo che porterà qualche frutto”, ha aggiunto Jevtić. "Certamente, questo è solo il primo passo e mentre ne stiamo ancora discutendo fra noi, il nostro obiettivo è quello di ampliare questa iniziativa in altri paesi, a partire dai colleghi di SEE Cinema Network, cui partecipano sia la Serbia che la Grecia. In questo momento, siamo i pionieri”.

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss