Les Gardiennes (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Beauty and the Dogs (2017)
L'insulto (2017)
Makala (2017)
Winter Brothers (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Finlandia

email print share on facebook share on twitter share on google+

L'Helsinki Film Festival ospita oltre 60.000 visitatori

di 

- Close-Knit di Naoko Ogigami ha vinto il Premio del pubblico, mentre il prossimo film di Selma Vilhunen, Stupid Young Heart, è stato nominato Film più promettente

L'Helsinki Film Festival ospita oltre 60.000 visitatori
Stupid Young Heart – Jere Ristseppä in uno dei ruoli principali (© Iwa Iduozee/Tuffi Films)

Il 30° Helsinki International Film Festival, conclusosi il 24 settembre, ha superato le cifre dell'anno scorso che si attestavano sui 60.000 visitatori; il programma ha visto la proiezione di 175 opere tra lungometraggi e cortometraggi, in undici giorni, e un quinto delle 500 proiezioni è andato sold out.

“È un piacere vedere che dopo 30 anni la passione e l'entusiasmo del nostro pubblico per i film più folli ed eclettici non è venuta meno. Ci sono sempre nuove generazioni di cinefili emozionate all'idea di sapere cosa sta succedendo nel mondo del cinema”, ha detto il direttore artistico del festival, Pekka Lanerva.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Close-Knit, della regista giapponese Naoko Ogigami, ha ricevuto il Premio del pubblico, e altri favoriti del festival sono stati i film di apertura e chiusura (Chiamami col tuo nome [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del regista italiano Luca Guadagnino e The Square [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ruben Östlund
scheda film
]
del regista svedese Ruben Östlund), Loveless [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del russo Andrey Zvyagintsev, The Party [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Sally Potter
scheda film
]
della filmmaker britannica Sally PotterThe Killing of a Sacred Deer [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Yorgos Lanthimos
scheda film
]
del greco Yorgos Lanthimos, Lucky dell'americano John Carroll Lynch, Human Flow [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del giapponese Ai Weiwei, Sámi Blood [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Amanda Kernell
intervista: Lars Lindstrom
scheda film
]
della cineasta svedese Amanda Kernell e The Punk Voyage dei finlandesi J-P Passi e Jukka Kärkkäinen.

Tra gli ospiti internazionali, erano presenti il premiato Ogigami, Thierry Frémaux, Direttore generale del Festival di Cannes (che ha presentato anche il suo Lumière! L’aventure commence [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), il regista americano Jon Nguyen con il suo David Lynch: The Art Life, e l'attore danese Pilou Asbæk, che ha ricevuto il primo Nordic Flair Award del festival e del suo ramo industriale, il Finnish Film Affair. L'attore è stato omaggiato per le sue scelte coraggiose e per la sua importante carriera internazionale che lo ha visto recitare, oltre che in patria, in serie televisive americane come Game of Thrones, in Lucy [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
(2014) del regista francese Luc Besson e in Ghost in the Shell (2017) del britannico Rupert Sanders.

Con un programma di 50 film e progetti made in Finlandia, il Finnish Film Affair ha nominato come Film più promettente, tra dieci progetti in fase di sviluppo, Stupid Young Heart della regista finlandese Selma Vilhunen, le cui riprese sono appena iniziate. “Si distingue per molti aspetti” ha evidenziato la giuria; “la tematica risulta pungente, importante e incentrata sul dilemma di fare le giuste scelte, in un mondo complesso e contemporaneo, sia da un punto di vista personale che morale”. Scritto da Kirsikka Saari e prodotto da Elli Toivoniemi e Venla Hellstedt per Tuffi Films, il dramma segue dei teenager che vivono in periferia e che improvvisamente devono confrontarsi con un problema da adulti, come una gravidanza, mentre idee di estrema destra si insinuano nell'ambiente multiculturale che caratterizza il loro abitato. Gli esordienti Jere Ristseppä e Rosa Honkonen si affiancano a Ville Haapasalo, Pihla Viitala e Katja Küttner in questa coproduzione di Finlandia, Svezia e Olanda.

(Tradotto dall'inglese)

EFA
Bridging_the_dragon_Home
ArteKino
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss