email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FINCHÉ C'È PROSECCO C'È SPERANZA

di Antonio Padovan

sinossi

Il conte Desiderio Ancillotto è proprietario di un vasto terreno dedicato alle vigne e di una gran bella villa, ma il suo modo di lavorare la terra, senza pesticidi e facendo "riposare" parte del terreno, è considerato da altri una pessima strategia d'affari. Ancillotto si suicida, però è comunque al centro delle indagini quando iniziano a venire uccise persone legate al cementificio che lui riteneva inquinasse la zona. A investigare sul caso c'è l'ispettore Stucky (ma si legge: Stucchi), che con il suo fare placido e pacioso cerca di conquistare la chiusa gente del posto per arrivare alla verità. Nel mentre l'uomo, che ha origini in parte persiane, affronta anche una questione privata, quella del lutto della madre e dell'ingombrante presenza del padre morto, la cui stanza in casa non vuole toccare nonostante l'insistenza dello zio Cyrus che sta ospitando.

titolo internazionale: Finché c'è prosecco c'è speranza
titolo originale: The Last Prosecco
paese: Italia
rivenditore estero: Fandango
anno: 2017
genere: fiction
regia: Antonio Padovan
durata: 101'
data di uscita: IT 31/10/17
sceneggiatura: Antonio Padovan, Fulvio Ervas, Marco Pettenello
cast: Rade Serbedzija, Giuseppe Battiston, Babak Karimi, Liz Solari, Roberto Citran, Teco Celio, Silvia D'Amico, Diego Pagotto, Antonio Scarpa, Gisella Burinato
fotografia: Massimo Moschin
montaggio: Paolo Cottignola
musica: Teho Teardo
produttore: Valentina Zanella
coproduttore: Alessia Gatti
produttore esecutivo: Nicola Fedrigoni
produzione: K+
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)