email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FRIEDKIN UNCUT

di Francesco Zippel

sinossi

Friedkin Uncut offre una visione introspettiva nella vita e nel percorso artistico di William Friedkin, regista straordinario e anticonformista di film di culto come The French Connection (Il braccio violento della legge), The Exorcist (L’esorcista), Sorcerer (Il salario della paura), Cruising e To Live and Die in L.A. (Vivere e Morire a Los Angeles). Per la prima volta Friedkin si mette in gioco intimamente e decide di guidare il pubblico in un affascinante viaggio attraverso i temi e le storie che maggiormente hanno influenzato la sua vita e il suo percorso artistico.
Il titolo del documentario riflette al tempo stesso la schiettezza e l’eccentricità di Friedkin, elementi che hanno contribuito nel tempo a caratterizzarne l’eccezionale abilità di storyteller. Ma Friedkin non è solo in questa lunga e appassionata narrazione. Un cast “stellare” di amici e collaboratori ha deciso di partecipare a questo film che da semplice omaggio si trasforma con il passare dei minuti in un vero e proprio saggio in cui grandi registi, straordinari attori e perfino celebrati direttori d’orchestra si uniscono a Friedkin per riflettere sul significato dell’essere artisti e sulla bellezza del mettersi in discussione in nome di una “vocazione” vissuta nella dimensione autentica di un lavoro. Un lavoro da eseguire al meglio del proprio talento.

titolo internazionale: Friedkin Uncut
titolo originale: Friedkin Uncut
paese: Italia
rivenditore estero: Doc & Film International
anno: 2018
genere: documentario
regia: Francesco Zippel
durata: 106'
fotografia: Dado Carillo, Carlo Alberto Orecchia, Giuliano Graziani, Marco Tomaselli, Powell Robinson
montaggio: Mariaromana Casiraghi
musica: Costanza Francavilla
produttore: Francesco Zippel, Federica Paniccia
produzione: Quoiat Films
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)