email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

IL MIO CORPO

di Michele Pennetta

sinossi

In una Sicilia profonda e abbandonata Oscar, il figlio di un rigattiere, e Stanley, un giovane immigrato, vivono ai margini della società. Oscar e il fratello maggiore, Roberto, lavorano con il padre raccogliendo ferraglia dalle discariche abusive. Ogni metallo ha il suo valore e la famiglia di Oscar sopravvive trasformando i rifiuti altrui in una nuova merce di scambio. È un lavoro estenuante, svolto per un padre-padrone incontentabile. Oscar e Roberto sono legati da una storia comune ma il maggiore, impegnato a primeggiare per sopravvivere, si sottrae al ruolo di alleato, lasciando Oscar da solo. Per Stanley il peggio sembra essere alle spalle: ha un piccolo appartamento per sé, un permesso di soggiorno di due anni e un amico con cui dividere un piatto di banku e qualche ricordo. Potrebbe lasciare la Sicilia e tentare la fortuna in un paese che gli dia una vera chance, ma qualcosa lo trattiene in questo limbo. Un lavoro stagionale lo porta nell’entroterra profondo, in terre di vecchie miniere abbandonate e pascoli. In questo luogo dimenticato, tra detriti e ferraglia, le solitudini di Oscar e di Stanley si sfioreranno per un breve momento.

titolo originale: Il mio corpo
paese: Svizzera, Italia
rivenditore estero: Sweet Spot Docs
anno: 2020
genere: documentario
regia: Michele Pennetta
durata: 82'
fotografia: Paolo Ferrari
montaggio: Orsola Valenti, Damian Plandolit
produttore: Joëlle Bertossa, Giovanni Pompili
produzione: Close Up Films, Kino Produzioni, RAI Cinema, RSI - Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana
distributori: Nour Films
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Privacy Policy