email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Agata Buzek • Shooting star 2010, Polonia

Come una dama inglese

di 

Agata Buzek  • Shooting star 2010, Polonia

Nata nel sud della Polonia, a Pyskowice, Agata Buzek ha debuttato nel 1997 in Love and Do What You Want di Robert Gliński e ha lavorato successivamente in Polonia, Francia, Italia e Germania con Peter Greenaway, Marleen Goris, Krzysztof Zanussi e Andrzej Wajda. Candidata all'Aquila 2003 dell'Accademia Polacca del Cinema per la sua interpretazione di Klara in The Revenge di Andrzej Wajda, si è fatta conoscere all'estero per i suoi ruoli da protagonista in Paparazzo di Alan Smithee e in Valerie di Birgit Moller. Il pubblico polacco la considera una star da quando ha impersonato Sabina in The Reverse di Borys Lankosz, che l'anno scorso le è valso il premio della migliore attrice al 34mo Festival del Cinema Polacco di Gdynia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

"E' una persona particolarmente calorosa. Ma sa marcare bene i limiti che puoi superare oppure no. Non saprei dire quali siano i suoi criteri in questo senso. Ma penso di essere riuscito a superare questi limiti, ad andare più in profondità", sottolinea Borys Lankosz, regista di The Reverse [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Agata Buzek - attrice
intervista: Borys Lankosz
scheda film
]
, a proposito di Agata Buzek. "L'ho osservata nelle pause delle riprese. Non usciva mai dal suo ruolo. La guardavo, era seduta in un angolo: era Agata, ma allo stesso tempo anche Sabina. Trovo che abbia qualcosa in comune con Emily Watson, con la quale ha lavorato in Within The Whirlwind di Marleen Gorris. Agata sembra avere la stessa tempra di una dama inglese, capace di fare tutto e con la massima audacia", ha aggiunto.

Dividendosi tra il cinema e i teatri di Varsavia (Montownia, Teatr Rozmaitości, Polonia), Agata Buzek sorprende per la grande varietà dei suoi ruoli. Recita sia in commedie che in drammi, sia in film d'epoca che contemporanei. In uno stesso lungometraggio come The Reverse, interpreta con successo sia una giovane donna che una vecchia signora.

Prima di raggiungere il set di The Reverse, Agata Buzek ha trascorso il suo tempo a esplorare la letteratura degli anni '50, ad ascoltare la musica dell'epoca, a conversare con chi ricordava bene la realtà dei tempi dello stalinismo in Polonia. Il suo coinvolgimento nella preparazione di un ruolo è sempre così forte. Per preparare Nightwatching di Peter Greenaway, era più Titia Uylenburg che Agata Buzek, prima delle riprese di Within The Whirlwind di Marleen Gorris era prima di tutto Lena e quando deve salire sul palco per recitare ne Le tre sorelle di Cechov, vede il mondo con gli occhi di Natasha. "In generale, un personaggio me lo porto sempre con me, nel profondo, anche quando faccio altre cose. Il personaggio lavora dentro di me, cresce in me, anche mentre sbrigo gli affari di tutti i giorni".

Figlia di Jerzy Buzek, ex primo ministro e attuale presidente del Parlamento europeo, Agata non si interessa di politica: "Quando vedo mio padre, non parliamo di questioni politiche, ma delle nostre vite private", ha precisato in un'intervista a Gazeta Wyborcza. Alla domanda su quali fossero i suoi modelli o maestri, ha risposto: "Non ne ho uno solo. Ne ho diversi, ma non sono necessariamente i miei professori. Anche i miei amici possono avere questo ruolo. Ogni volta che ci si imbarca in un lavoro, si incontrano persone che possono darti qualcosa di nuovo e dalle quali puoi imparare molto".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy