email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Alessandro Raja • Festival Scope

Visionare on line la programmazione dei festival

di 

Alessandro Raja • Festival Scope

Poter vedere un film sul proprio computer nello stesso giorno in cui viene proiettato a un festival: una vera comodità per i compratori che non possono permettersi di girare tutto il mondo. E anche una grande opportunità di promozione allargata per il film, oltre che un'occasione per i festival di espandere virtualmente la propria visibilità. Tutto questo è Festival Scope, un'innovativa piattaforma lanciata da tre professionisti con base a Parigi: Alessandro Raja, Mathilde Henrot e Lucie Kalmar.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra i titoli più recenti disponibili su Festival Scope si trovano i vincitori della sezione Orizzonti dell'ultima Mostra di Venezia Summer of Goliath di Nicolas Pereda e il mediometraggio Out di Roee Rosen; Littlerock di Mike Ott, Menzione Speciale della Giuria del Montreal Nouveau Cinéma; Marimbas From Hell di Julio Hernández, Useful Life di Federico Veiroj e Lucia di Niles Attalah dal Valdivia IFF; Tilva Rosh di Nikola Ležaić dal Sarajevo FF; Mundane History di Anocha Suwichakornpong da ERA New Horizons; Dooman River di Zhang Lu da Paris Cinéma; From Life Onwards) [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gianfrancesco Lazotti dal Taormina FF, e ancora il premio per il miglior film al Festival di Locarno Foreign Parts di Véréna Paravel & J.P. Sniadecki e il progetto vincitore degli Open Doors Awards, Sunny Days di Nariman Turebayev.

Il gruppo di festival partner di Festival Scope include Melbourne IFF, Viennale, Gijón IFF, Goa Film Bazaar, Goteborg IFF, CPH Pix Copenhagen, Istanbul IFF, Indielisboa, Sofia IFF, Transilvania IFF, Brussels IFFF, Galway Film Fleadh, Filmfest Hamburg e Jeonju IFF. Altri saranno annunciati presto

Cineuropa: Festival Scope non è un sistema aperto per vedere i film on line, ma è indirizzato ai festival e ai professionisti del mercato che li frequentano. Qual è lo scopo del servizio che avete sviluppato?
Alessandro Raja: Festival Scope è una nuova piattaforma Internet per i professionisti del cinema, che permette di visionare on line la programmazione dei festival partner nel mondo.
L'obiettivo del servizio è di creare un circolo virtuoso nell'industria del cinema, per permettere a certi film di uscire dai confini del loro paese e trovare maggiore visibilità presso distributori, critici cinematografici, programmatori di festival, programmatori tv… e quindi, in definitiva, di trovare un pubblico più ampio. Festival Scope afferma la sua volontà di difendere un cinema di qualità e di promuovere i suoi autori attraverso un servizio innovativo.

Come funziona? Avete superato tutti i problemi tecnologici legati alla velocità del collegamento e alla sicurezza?
Abbiamo messo e continuiamo a mettere in atto tutte le misure possibili per favorire una visione gradevole e sicura. L'abbonato può sia guardare il film sul suo computer, sia connettere il computer al suo proiettore o al suo televisore, per vedere il film su uno schermo più grande.
La qualità dello streaming che abbiamo sviluppato lo permette. Inoltre, abbiamo sviluppato un sistema che si adatta alla connessione Internet dell'abbonato, affinché la trasmissione del film sia sempre fluida.
Riguardo alla sicurezza, i professionisti possono iscriversi scrivendo a join@festivalscope.com e avranno accesso al film soltanto dopo che la loro iscrizione sarà stata convalidata da noi.
Ogni utente ha un codice personale (associato alla e-mail professionale e potrà vedere ciascun film una sola volta, al fine di scoraggiare l'eventuale tentazione di dare i propri codici d'accesso ad altre persone. Potrà comunque riprendere la lettura interrotta di un film e ricominciare dalla stessa scena in sessioni successive.

Quali sono i benefici per le diverse categorie professionali?
L'idea è che a guadagnarci siano tutti: i festival beneficiano di una presenza durante tutto l'anno e aiutano i film che sono stati selezionati a ottenere una visibilità più importante in tutto il mondo. I detentori dei diritti godono di una promozione gratuita dei film e di una maggiore sicurezza rispetto all'invio degli screener. Ottengono inoltre rapporti di visione dettagliati e in tempo reale. Infine, tutti i professionisti apprezzano la possibilità di vedere più film, più facilmente, di trovare le informazioni sui film in modo più efficace, con la possibilità di entrare direttamente in contatto con i detentori dei diritti.

Ovviamente, dovete stipulare accordi direttamente con i detentori dei diritti dei film.
Festival Scope prende accordi con i detentori dei diritti (società di vendite internazionali o produttori) di ogni film e si adatta alla loro strategia: i film restano on line per un periodo più o meno lungo, e certi Paesi possono essere esclusi, se necessario. Lavoriamo in stretta collaborazione per valorizzare i film nel miglior modo possibile.

Chi finanzia Festival Scope e quanto costa il servizio?
Al momento, il servizio è gratuito per tutti i professionisti. In un secondo momento, si pagherà un abbonamento personale annuale, un po' come per un accredito a un festival. Precisiamo che Festival Scope è un progetto completamente indipendente, creato da cinefili che hanno un'esperienza reale nella distribuzione internazionale. Abbiamo ricevuto il sostegno del circuito RIAM (Ricerca e innovazione in audiovisivo e multimedia), fondo co-finanziato dal CNC e da Oséo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy