email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Johanna Wokalek • Attrice

Shooting Star 2006 - Germania

di 

Johanna Wokalek • Attrice

Nonostante la sua carriera sia appena agli inizi, Johanna Wokalek ha già una bella esperienza: dopo gli studi al celebre istituto Max Reinhard di Vienna, ha subito girato delle serie televisive e tre film, tre scelte molto pertinenti. Ha recitato nel film di successo Aimée & Jaguar (1999) di Max Färberböck, in Hierankl (2003) di Sebastian Steinbichler, grazie a cui ha vinto un premio al Festival della Baviera e un altro come rivelazione del cinema tedesco, e in Barefoot, film campione di incassi al box-office 2005, dove l'attrice affianca l'attore-regista Til Schweiger. Con solamente tre film — e due ruoli da protagonista molto difficili —, Johanna ha conquistato critica e pubblico. Si appresta ora a conquistare la Berlinale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Cineuropa: Quando ha deciso di fare l'attrice? Come ha ottenuto il suo primo ruolo?
Johanna Wokalek: Quando?...difficile dirlo. Per quel che ricordo, a scuola smaniavo tutte le volte che si rappresentavano delle pièce.
Aimée & Jaguar è il mio primo film. Alla mia prima audizione il regista non si è presentato per motivi tecnici. Ho quindi incontrato il responsabile del casting, che ha trasmesso il video al regista. Due giorni dopo, mi ha chiamato per propormi la parte. E' buffo pensare che sono stata scritturata senza nemmeno incontrare l'autore.

Ha recitato anche a teatro. Come convivono questi due aspetti?
Per me è meraviglioso fare entrambi. Dopo una pièce, ho sempre voglia di fare un film e viceversa... E' formidabile alternare. Per me, cinema e teatro vanno insieme a braccetto.

Con Hierankl ha recitato il primo ruolo da protagonista. Come è successo? Cosa ha appreso con questa esperienza?
Il modo col quale mi sono unita all'équipe è molto divertente. Al mio primo incontro col regista, abbiamo parlato subito del copione. Mi aveva già scelto perché la responsabile del casting aveva caldeggiato la mia presenza.
Ho adorato fare questo film con dei colleghi fantastici e ho imparato molto interpretando la parte di Lene. Non contenta di innamorarsi di un uomo di cui ignora che è suo padre, inizia un'avventura con lui. Il processo attraverso il quale scopre la relazione incestuosa era molto difficile da esprimere.

Qual è il ruolo dell'attore nel processo creativo?
La visione che l'attore ha del suo ruolo è molto importante. Tutto accade naturalmente: quando leggo un copione, ne ho un'immagine mentale che sarebbe difficile da spiegare, ma che finisce per essere chiara quando recito e alla fine il personaggio che mi immaginavo viene fuori.
E' piacevole lavorare con un regista sopratutto quando entrambi abbiamo la stessa visione del mio ruolo. In questo caso, questo clima di confidenza reciproca mi permette di sviluppare il mio personaggio molto liberamente.

Cosa prova all'idea di rappresentare la Germania come Shooting Star? Cosa si aspetta?
Sono molto riconoscente con chi mi ha scelta, è un vero onore. E vedo questa esperienza come una bella occasione per incontrare i miei colleghi europei... Non vedo l'ora; sarà fantastico.

Progetti per il 2006?
Sto lavorando a La gatta sul tetto che scotta per il Burgtheater, e su altri progetti. Quanto al cinema, non posso dire niente al momento.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy