email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Natasa Bucar • Distributrice

European Distributors: Up Next! - Slovenia

di 

Natasa Bucar • Distributrice

Il centro culturale e congressuale Cankarjev Dom è un'istituzione pubblica che si occupa di promuovere film attraverso l'organizzazione di eventi su larga scala, tra cui il più grande festival cinematografico in Slovenia - il Ljubljana International Film Festival. La project manager responsabile dei film della società, Natasa Bucar, è tra i dieci partecipanti provenienti dall'Europa centrale e dell'Est che saranno presenti al prossimo European Distributors: Up Next!. Un forum che si terrà al San Sebastian Film Festival, con lo scopo di incrementare una vasta distribuzione di film Europei non nazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: In che modo il Cankarjev Dom svolge la funzione di distributore?
Natasa Bucar: Negli ultimi 15 anni ci siamo occupati della distribuzione di film d'essai. Distribuiamo 5-6 titoli ogni anno per cercare di colmare la lacuna nella distribuzione cinematografica di film europei di qualità in Slovenia. Selezioniamo i nostri film con molta attenzione, dando priorità ad autori di successo e non sempre conosciuti al grande pubblico. Autori principalmente europei, ma non solo.

Gli ultimi titoli che abbiamo distribuito sono stati Breakfast on Pluto [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Neil Jordan, Transylvania di Toni Gatlif, Factotum di Bent Hamer, Dark Horse [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Dagur Kari, A est di Bucarest [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Corneliu Porumboiu
intervista: Daniel Burlac
scheda film
]
di Corneliu Porumboiu, You, the Living [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pernilla Sandström
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
di Roy Andersson, Lady Chatterley [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Pascale Ferran, Persepolis [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marc-Antoine Robert
intervista: Marjane Satrapi, Vincent P…
scheda film
]
di Marjane Satrapi e This Is England [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Shane Meadows.

Cosa ne pensa della scarsa circolazione di film europei in Slovenia, e in che modo pensa che la situazione potrebbe migliorare?
In Slovenia, oltre al Cankarjev Dom, ci sono solamente altri quattro cinema d'essai, per cui ne servono di più. C'è inoltre la necessità di creare un circuito di cinema per facilitare una migliore promozione dei nostri film. Infine c'è bisogno di pubblico. In Slovenia, come nel resto d'Europa, il numero di spettatori registrati nelle sale è sceso drasticamente. Il pubblico segue un numero minore di film, i migliori 20 film contano quasi il 50% del mercato in Slovenia. Il nostro interesse è promuovere film nel maggior numero di cinema possibile. Il programma di distribuzione ideale prevede l'uscita di un film in anteprima nel nostro cinema, per poi essere passato dopo due settimane a un' altra sala della capitale e da qui messo in circolazione per il paese. Il nostro partner principale è sempre stato il cinema Kinodvor a Lubiana fino a quando non è stato chiuso nell'aprile di quest'anno. Per fortuna, grazie al contributo della città di Lubiana il cinema verrà riaperto a ottobre, gestito da un team esperto e di grande entusiasmo, guidato dalla direttrice Nina Pece.

Chi offre sostegno alla distribuzione teatrale in Slovenia?
Il ministero della Cultura sloveno insieme al Programma Media di Bruxelles. Il supporto offerto da entrambi è di grande valore e offre un'opportunità ai film d'essai non completamente dipendenti dal mercato. In termini di sostegno ai cinema in Europa, penso che il network Europa Cinemas sia indispensabile. Questa dovrebbe essere la questione cruciale per fare spazio a film di qualità europei.

Cosa si aspetta dal forum di San Sebastian?
Ritengo che uno scambio di informazioni e di esperienze fra distributori della regione sarebbe molto importante. Penso che il forum di San Sebastian possa offrire questa opportunità. I distributori dovrebbero cooperare e forse discutere di una forma di collaborazione più stretta, magari in termini di promozione globale e di medesimi tempi di uscita dei film in Europa. Sono anche molto curiosa di sapere come i miei colleghi lavorano con i media, come affrontano le nuove sfide e come rafforzano i loro network incrementando così le vendite.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.