email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Christian Petzold • Regista

Astro nascente del cinema d'autore tedesco

- In concorso a Berlino con Ghosts e Yella, selezionato a Venezia con Jerichow, il regista della scuola berlinese ha confermato la sua fama a livello internazionale

Christian  Petzold  • Regista

Dopo aver diretto diversi telefilm, il regista tedesco Christian Petzold si è rivelato al cinema con The State I Am In nel 2000. Il festival di Berlino gli è valso un premio Fipresci nel 2003 per Wolfsburg (presentato nella sezione Panorama) e due selezioni nella competizione ufficiale con Ghosts nel 2005 e Yella [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
nel 2007. Un riconoscimento internazionale che è proseguito nel 2008 con la sua prima partecipazione alla competizione ufficiale della Mostra di Venezia con Jerichow [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Christian Petzold
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Intervista-video (fonte: ABC):

David: Christian, Jerichow è una storia molto classica alla quale lei ha dato un'interpretazione moderna. Perché ha scelto questo soggetto?
Christian Petzold: Negli ultimi anni ho utilizzato spesso strutture classiche. E questo ha a che fare con il teatro. Amo i drammi e le tragedie antiche, e mi piace riadattarle alla realtà moderna. Mi chiedo dove si possa trovare la lotta di classe nella storia del cinema americano. I film americani non mostrano il lavoro, le fabbriche e la lotta di classe. Un mio amico dice che la lotta di classe la si può trovare in Il postino suona sempre due volte, il romanzo di James M. Cain. È una sorta di lotta di classe all'americana. Allora ho riletto il romanzo e ho deciso di trasporlo nella Germania dell'Est post-comunista.
Vedi l'intervista video integrale

Estratti in italiano della conferenza stampa tenutasi alla Mostra di Venezia sono consultabili sul sito di FilmUP

Intervista al regista in tedesco su Piffl Medien

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche

Privacy Policy