email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2009 Spagna

Almodóvar, Amenábar e Coixet sulla Croisette

di 

Almodóvar, Amenábar e Coixet sulla Croisette

Tutti gli operatori del cinema spagnolo lo avevano detto in modo più o meno esplicito: il 2009 sarà un buon anno. E i principali festival lo stanno confermando. Dopo la vittoria alla Berlinale di La teta asustada [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, coproduzione ispano-peruviana diretta da Claudia Llosa, ben tre pellicole spagnole figurano nella Selezione Ufficiale del Festival di Cannes, due delle quali in competizione per la Palma d'oro (Los abrazos rotos [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pedro Almodóvar
scheda film
]
di Pedro Almodóvar e Mapa de los sonidos de Tokyo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Isabel Coixet), e una fuori concorso (Agora [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alejandro Amenábar).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Che il nuovo film di Almodóvar avrebbe fatto il suo debutto internazionale al festival francese era diventato ormai un segreto di Pulcinella. Il regista manchego, uno degli autori più apprezzati e amati in Francia, si era fatto desiderare in ogni intervista. Niente di meglio del trampolino della Croisette per lanciare a livello internazionale Los abrazos rotos in questa seconda metà dell'anno.

Meno prevedibile invece la selezione delle altre due pellicole, visto che il loro completamento era previsto per l'inizio dell'estate, giusto in tempo per la Mostra di Venezia. Ma sia Coixet che Amenábar hanno accelerato le ultime fasi di elaborazione delle loro opere per essere pronti per Cannes.

Amenábar presenterà quindi tra meno di un mese il suo attesissimo nuovo film, Agora, ambientato nell'antico Egitto e girato in inglese, prodotto da Telecinco Cinema, Himenóptero e Mod Producciones. Dal canto suo, Mapa de los sonidos de Tokyo, una produzione di Mediapro, presenterà il lato più delicato e malinconico della sua autrice.

Ma la presenza spagnola a Cannes non si limita alla Selezione Ufficiale, visto che alla Settimana della Critica saranno proiettate due opere prime: Hierro (fuori concorso) di Gabe Ibáñez, e la coproduzione con l'Uruguay Mal día para pescar di Álvaro Brechner (in concorso). A queste va aggiunta la nuova pellicola dello statunitense Francis Ford Coppola, Tetro [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, coprodotta con la spagnola Tornasol Films e girata in parte negli studios di Ciudad de la Luz.

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.