email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Italia

Prigioni letterali e simboliche al Torino GLBT

di 

Prigioni letterali e simboliche al Torino GLBT

La 24ma edizione del Torino GLBT Film Festival si concluderà domani con la proiezione fuori-concorso del film spagnolo Sex, Party and Lies [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alfonso Albacete e David Menkes. Un altro film spagnolo, Fuori menu [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Nacho Velilla, ha aperto il festival il 23 aprile.

La prigionia, letterale o simbolica, è stata uno dei temi ricorrenti dei titoli in concorso, e, fra questi, sia Leonera dell'argentino Pablo Trapero che il filippino The Inmate sono ambientati in una prigione. Il film spagnolo in concorso My Prison Yard [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'esordiente Belén Macías si svolge anch'esso dietro le sbarre, dove una nuova guardia (Candela Pena) cerca di convincere una donna incarcerata ad una messa in scena.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il film beneficia dell'energica prova di Veronica Echegui, il cui personaggio, Isabel, torna trionfante dai suoi amici in prigione dopo una rapina fallita. Macías, che ha iniziato in TV, mettere però insieme troppi clichés e non riesce a dare al film un suo ritmo.

Su tempo e confini, anche se non tra le mura carcerarie, è anche Private Lessons [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jacques-Henri Bronckart
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
di Joachim Lafosse, uno dei concorrenti più forti del concorso torinese. La quotidianità di una relazione studente/mentore è usata per esplorare i limiti dell'accettabile.

Dalla Germania arriva invece il lungometraggio Light Gradient [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, che si apre con un senso di possibilità e libertà che mancano in molti titoli in competizione. Nello svilupparsi della storia, il regista Jan Krüger costringe i suoi due protagonisti in una situazione che sembra divenire uno stanco cliché, ma si trasforma invece in qualcosa di diverso.

Tra le co-produzioni europee in concorso ci sono anche Serbis di Brillante Mendoza e Soundless Wind Chime di Kit Hung.

I premi saranno assegnati nella cerimonia di domani.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy