email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2009 Quinzaine des Réalizateurs

Ne change rien, in studio con Jeanne Balibar

di 

Ne change rien, in studio con Jeanne Balibar

Nuovamente a Cannes a tre anni da Colossal Youth [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, presentato in Concorso, Pedro Costa torna a sfidare le aspettative degli spettatori con il suo ultimo film, Ne Change Rien [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, proiettato nella Quinzaine des Réalizateurs. Il film è il primo titolo portoghese presentato al festival quest’anno, assieme all’attesa opera terza di João Pedro Rodrigues, To Die Like a Man [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, in programma per l’ultimo giorno di Un Certain Regard.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Jeanne Balibar, che ha di recente reinventato se stessa come cantante, accanto alla sua carriera di attrice, è al centro del lungometraggio di Costa. Non è la prima volta che un’attrice “compie” numeri musicali e registra un disco ­— si pensi, ad esempio, a Jeanne Moreau — ma è probabilmente il primo caso in cui questo genere di evoluzione artistica viene filmata in una maniera anticonformista, privo di glamour ma con un approccio puramente “work-in-progress”.

Sin dall’inizio delle lunghe sessioni di riprese, dalla bella fotografia in bianco e nero, la macchina da presa di Costa non è mai indiscreta, ma onnipresente nelle prove, ai concerti e durante le lezioni di canto, intimistiche ma anche lontane da Balibar e dal suo entourage.

Fedele al suo rifiuto di progetti molto formali, Costa realizza un film che unisce documentario e musical atipico, che sfida i codici dei due generi. Non c’è posto per interviste, coreografie o confessioni davanti alla macchina da presa. Il film mette alla prova la pazienza del pubblico in alcune sequenze per riguadagnarla in altre — la poetica lezione di canto è probabilmente la migliore — , ma resta comunque la via d’accesso più agile, ad oggi, al regista portoghese, e anche quella che potrebbe attrarre nuove platee al suo lavoro.

Già acquisito per la distribuzione di sala in Portogallo (Midas Filmes) e Francia (Shellac), Ne Change Rien è stato co-prodotto dalla portoghese Sociedade Óptica Técnica e la francese Red Star Cinéma, che si occupa anche delle vendite mondiali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy