email print share on facebook share on twitter share on google+

MERCATO Francia

13 titoli per Wild Bunch a Venezia e Toronto

di 

A due giorni dall'avvio del circuito che porterà i professionisti del cinema mondiale prima al Lido poi nell'Ontario, la società francese di vendite internazionali Wild Bunch ha svelato la sua line-up dinamica e ambiziosa, che comprende 13 lungometraggi selezionati a Venezia e a Toronto (quattro dei quali in entrambi i festival). E la squadra guidata da Vincent Maraval ha annunciato anche l'apertura delle pre-vendite di Abbiamo il Papa di Nanni Moretti (news) e della commedia britannica sul terrorismo Four Lions di Christopher Morris.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Alla 66ma Mostra di Venezia (dal 2 al 12 settembre), Wild Bunch punterà su due candidati al Leone d'Oro (White Material [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della francese Claire Denis e Mr Nobody [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jaco Van Dormael
intervista: Jaco Van Dormael
scheda film
]
del belga Jaco Van Dormael), e su tre film fuori concorso: Valhalla Rising [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nicolas Winding Refn
scheda film
]
del danese Nicolas Winding Refn, il titolo d'animazione giapponese Yona Yona Penguin e Green Days dell'iraniana Hana Makhmalbaf.

Il 34mo festival di Toronto (dal 10 al 19 settembre) proporrà invece la prima mondiale di The Good Heart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell'islandese Dagur Kari nella sezione Specials Présentations (dove saranno mostrati anche Mr Nobody, Valhalla Rising e Green Days), mentre Coco Chanel & Igor Stavinsky [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jan Kounen beneficerà di una proiezione di Gala. Nel programma Contemporary World Cinema figurano il film collettivo romeno Tales From The Golden Age [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, The Time That Remains [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Elia Suleiman e la prima mondiale della coproduzione spagnola Rabia di Sebastian Cordero. Infine, White Material di Claire Denis sarà presentato nella sezione Masters, mentre il programma Vanguard include Bunny and the Bull [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Paul King e le versioni definitive di Enter The Void [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gaspard Noé e di Spring Fever [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Lou Ye (premio della sceneggiatura a Cannes). Da segnalare anche una proiezione privata per Le petit Nicolas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Laurent Tirard.

Il colossale listino Wild Bunch conta anche in pre-produzione Route Irish di Ken Loach e in lavorazione Socialisme di Jean-Luc Godard, Mamarosh [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Momcilo Mrdakovic (coproduzione tra Germania, Francia, Ungheria e Serbia-Montenegro) e Neds dell'inglese Peter Mullan. E in post-produzione si distinguono il titolo belgo-francese Quartier Lointain di Sam Gabarski (adattamento di un fumetto cult giapponese), The Killer Inside Me del britannico Michael Winterbottom, The Exodus – The Fortress di Nikita Mikhalkov, The Extra Man del duo americano Shari Springer Berman - Robert Pulcini, Room In Rome dello spagnolo Julio Medem, Sound of noise del duo svedese Ola Simonsson - Stjärne Nilsson e diversi lungometraggi diretti da registi francesi: Soins Complets di Pierre Salvadori, Indélébile di Grégoire Vigneron, Dog Pound di Kim Chapiron e La Blonde aux seins nus di Manuel Pradal, senza dimenticare Le Concert del regista di origine romena Radu Mihaileanu.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.