email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Spagna

Fernando León gira un dramma tra la vita e la morte

di 

Fernando León gira un dramma tra la vita e la morte

Senza fretta, ma senza neanche una pausa, una pellicola ogni tre o quattro anni. E soprattutto senza passi falsi. Così procede la filmografia di Fernando León, costellata da successi di pubblico e critica come Familia (opera prima con cui ha vinto il suo primo Goya), Barrio (che lo ha consacrato come regista e che gli è valso due Goya e la Conchiglia d'Oro a San Sebastian), I lunedì al sole [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(altri cinque Goya e la Conchiglia d'Oro) e Princesas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(tre Goya). Il regista è attualmente in piena fase di produzione del suo nuovo lavoro, che si intitolerà Amador.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Le riprese di questa produzione di Reposado e Mediapro, che dà ulteriore prova della sua attenzione per il cinema spagnolo d'autore (Mapa de los sonidos de Tokio [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Camino [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, 25 kilates [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Patxi Amézcua
scheda film
]
), sono cominciate lo scorso 15 agosto e dureranno dieci settimane fra Madrid, città natale del regista e cornice delle sue prime opere, e Barcellona.

León è, come sempre, autore anche della sceneggiatura, che ruota intorno a due personaggi: Marcela, giovane immigrata con problemi economici, e Amador, anziano invalido che lei accudisce durante un'estate in cui la famiglia di lui è assente.

Marcela è interpretata dalla giovane attrice peruviana Magaly Solier, conosciuta in particolar modo per essere la protagonista dei due lungometraggi della regista peruviana residente in Spagna Claudia Llosa, Madeinusa e La teta asustada (vincitore dell'Orso d'Oro a Berlino nel 2009). Il personaggio che dà il nome al film è invece interpretato dall'affermato attore gallego Celso Bugallo.

Amador sarà prodotto da Patricia de Muns (per Reposado) e Javier Méndez (Mediapro). Per quanto riguarda lo staff tecnico, il film vedrà la partecipazione di Ramiro Civita (direttore della fotografia), Llorenç Miquel (direttore artistico), Iván Marín (suono in presa diretta), Luis Fernández Lago (direttore di produzione), Lucio Godoy (musica) e Nacho Ruiz Capillas (montaggio).

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.