email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM Francia

Ricky, il bambino volante, tra cronaca e metafora

di 

Ecco un’altra pellicola che rifiuta le etichette, che si muove tra i confini dei generi – in questo caso la cronaca sociale della periferia, il dramma sulle relazioni familiari e il film fantastico – e alla fine risulta inclassificabile. E’ soprattutto per questo che al festival di Berlino i critici sono usciti un po’ sconcertati dalla visione di Ricky [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la penultima fatica del francese François Ozon co- prodotta dall’italiana Teodora con Eurowide Film Production e FOZ.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Liberamente ispirato al racconto “Moth” di Rose Tremain, il film racconta la storia di Katie (Alexandra Lamy), mamma single che si divide tra la figlia Lisa (Mélusine Mayance) e il duro lavoro in fabbrica. Finché non incontra il collega Paco (Sergi Lopez) con cui scoppia un amore che porterà anche un bambino, Ricky. Fin qui la pellicola ha i toni realistici dello sguardo disincantato su un mondo di indigenza, degrado e fatica quotidiana, ma poi vira con decisione verso il surreale quando al bebé spuntano due alette di pollo che in realtà fanno un po’ horror. Il bimbetto, e il film, intraprendono così un volo pindarico che poggia sul delicato equilibrio tra realismo e fantasia, tra cronaca e metafora, tra satira e simbolismo onirico, come quando i giornalisti affamati di sensazionalismo prendono d’assalto la famiglia per immortalare il fenomeno alato.

In realtà, attraverso questa strana storia, Ozon voleva esplorare il tema della maternità, “ma in modo diverso rispetto a uno dei miei primi film, Regarde la mer. In quest’ultimo, due aspetti dell’istinto materno erano raccontati attraverso due donne molto differenti: la madre buona e la madre ‘mostruosa’. In Ricky tali aspetti sono presenti nella stessa madre, Katie, e noi seguiamo la complessa evoluzione dei suoi impulsi”. Uscito in Francia nel febbraio scorso, a ridosso della presentazione in concorso alla Berlinale, Ricky sarà nelle sale italiane con Teodora Film il 9 ottobre.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.