email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Ungheria

Opere prime dell'Est in vetrina a Pecs

di 

Opere prime dell'Est in vetrina a Pecs

Comincia oggi la quinta edizione del festival CinePécs V. Moveast, evento concepito come trampolino di lancio per le opere prime dell'Europa centrale e dei Balcani. Con registi come Jasmila Zbanic, Ágnes Kocsis e Jan Cvitkovic nel suo palmarès, la manifestazione magiara propone fino all'11 ottobre una competizione di dodici titoli per la maggior parte già apprezzati e premiati nei festival internazionali.

Quest'anno figurano in lizza The Blacks [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Zvonimir Juric, Goran D…
scheda film
]
del duo Goran Dević - Zvonimir Jurić per la Croazia, Lost Times [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
dell'ungherese Áron Mátyássy (miglior film all'Hungarian Film Week 2009 - leggi l’articolo), Zift [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del bulgaro Javor Gardev, Love and Other Crimes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Stefan Arsenijevic per la Serbia, Soul at Peace di Vladimir Balko per la Slovacchia, Splinters del polacco Maciej Pieprzyca (premiato l'anno scorso al festival di Gdynia), March dell'austriaco Klaus Händl (migliore opera prima a Locarno l'anno scorso), Snow [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della bosniaca Aida Begic (Gran Premio della Settimana della Critica cannense 2008), Summer Book del turco Seyfi Teoman, la produzione romena The Other Irina di Andrei Gruzsniczki (proclamato miglior film nazionale al festival di Transilvania 2009), L... Like Love [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Janja Glogovac per la Slovenia e Marbles della ceca Olga Dabrowska.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il festival di Pecs offre anche, fuori concorso, un ampio panorama della produzione dell'Europa dell’Est con Katalin Varga [+leggi anche:
recensione
trailer
Intervista Peter Strickland - Regista …
scheda film
]
di Peter Strickland, The Happiest Girl in the World [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(news) del romeno Radu Jude, Elevator del suo connazionale George Dorobantu, Scratch [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(news) del polacco Michal Rosa, Transition dello sloveno Boris Palcic, Big Respect dello slovacco Viktor Csudai, The Shark in Me dell'ungherese Barnabás Tóth e 1 del suo connazionale Pater Sparrow.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy