email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Il cinema europeo a tutto gas verso Les Arcs

di 

E' particolarmente ricco il programma del primo Festival del Cinema Europeo di Les Arcs (dal 5 al 12 dicembre 2009), la cui selezione, ad opera del direttore della Quinzaine des réalisateurs cannense Frédéric Boyer, è stata annunciata ieri a Parigi. Aperta da Soul Kitchen [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del tedesco Fatih Akin (premio speciale della giuria alla Mostra di Venezia - articolo e intervista video), la manifestazione della stazione sciistica savoiarda presenterà 50 lungometraggi, espressione della qualità, della diversità e del futuro della produzione cinematografica del Vecchio continente.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In concorso, dodici titoli (con giuria presieduta dal regista magiaro Istvan Szabo): la coproduzione belgo-olandese-lussemburghese My Queen Karo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Dorothée van den Berghe, North [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rune Denstad Langlo
scheda film
]
del norvegese Rune Denstad Langlo, Piggies [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del polacco Robert Glinski (articolo), la produzione britannica London Nights [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alexis dos Santos con protagonista la belga Deborah François, la coproduzione greco-tedesca Plato’s Academy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Constantin Moriatis
intervista: Filippos Tsitos
intervista: Filippos Tsitos
scheda film
]
di Filippos Tsitos (tre premi a Locarno), Honeymoons [+leggi anche:
Intervista a Goran Paskaljevic, regist…
scheda film
]
del serbo Goran Paskaljevic (scoperto a Venezia - articolo), la coproduzione slovacco-austro-ceca Cooking History di Peter Kerekes (intervista), The Good Heart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell'islandese Dagur Kari, Io sono l'amore [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Luca Guadagnino - regista
scheda film
]
dell'italiano Luca Guadagnino e Cell 211 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Daniel Monzón
scheda film
]
di Daniel Monzón (intervista video), applaudito a Venezia (articolo).

La sezione Panorama presenterà 33 Scenes from Life [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della polacca Malgorzata Szumowska (intervista), il blockbuster danese Flame and Citron di Ole Christian Madsen, The Home of Dark Butterflies [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del finlandese Dome Darukoski, Rest is Silence [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Nae Caranfil (miglior film rumeno 2009) e il film noir Zift [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Javor Gardev (candidato bulgaro all'Oscar 2010 del miglior film straniero - news), senza dimenticare la coproduzione sloveno-tedesco-serbo-croata Slovenian Girl [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Damjan Kozole (articolo, A Wish Tree dell'estone Liina Paakspuu e la coproduzione irlando-scandinava Kisses [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Lance Daly (proclamato miglior regista agli Ifta 2009).

Tra le anteprime si distinguono Sweet Rush [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del polacco Andrzej Wajda (articolo), La merditude des choses [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Felix van Groeningen
scheda film
]
di Felix Van Groeningen (candidato belga all’Oscar 2010 - apprezzato alla Quinzaine des réalisateurs cannense - articolo), Sommeil blanc del francese Jean-Paul Guyon e la parodia horror norvegese Dead Snow [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tommy Wirkola. Il menù del festival prevede inoltre un Focus sul cinema ungherese e numerosi incontri professionali (news).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy