email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Germania

Cottbus premia il serbo Ordinary People

di 

Cottbus premia il serbo Ordinary People

La 19ma edizione del Festival del cinema est-europeo di Cottbus (10-15 novembre), la cui apertura è stata affidata alla coproduzione tedesco-russa sugli ultimi giorni di vita di Lev Tolstoj, The Last Station [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Michael Hoffman, si è conclusa con la vittoria del film Ordinary People [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Vladimir Perisic: la viole…
scheda film
]
, in cui il serbo Vladimir Perisic descrive come un giovane soldato diventi in un giorno un assassino.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questo film, proiettato quest'anno alla Settimana della critica di Cannes (leggi la news), ha conquistato non soltanto il Lubina del miglior film (dotato di 18.000 € che saranno spartiti tra il regista e i produttori Anthony Doncque e Milena Poylo), ma anche il premio del miglior attore (Relja Popovic). La giuria ha ammirato lo "straordinario valore artistico del film in tutte le sue componenti" (storia, fotografia...), la sua "costruzione sorprendentemente raffinata" e l'interpretazione "minimalista e istintiva" dell'attore principale.

Il premio della migliore attrice è andato ad Anna Karczmarczyk per il suo ruolo di liceale nel film polacco Mall Girls [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Katarzyna Ruslaniec, eletto anche migliore opera prima dalla giuria di studenti, mentre il premio del miglior regista è stato attribuito ex aequo a Zvonimir Juric e Goran Devic per il film croato The Blacks [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Zvonimir Juric, Goran D…
scheda film
]
e al russo Aleksey Mizgirev per Buben Baraban. Questi due titoli hanno anche conquistato, rispettivamente, il Premio FIPRESCI e il Premio della giuria ecumenica.

La giuria FICC (Federazione internazionale dei cineclub) ha attribuito il Premio Don Quichotte alla coproduzione austro-franco-albanese Alive! dell'albanese Artan Minarolli, e la menzione speciale al film di Mizgirev. Il Premio Dialogo della comunicazione interculturale è andato al titolo ceco-slovacco Foxes [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Mira Fornay.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy