email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Grecia

Ajami trionfa al Thessaloniki FF

di 

Consegnato da Werner Herzog, il Premio Alexander d’Oro del Thessaloniki International Film Festival è stato aggiunto ieri sera all’elenco già lungo di riconoscimenti della co-produzione israeliano-tedesca Ajami [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, drammatico sguardo al quartiere omonimo di Jaffa, diretto da Scandar Copti e Yaron Shani.

La coppia ha condiviso il Premio alla Miglior Sceneggiatura del Thessaloniki insieme a Tudor Voican, scrittore della co-produzione tedesco-rumena di Calin Peter Netzer Medal Of Honor [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che ha ricevuto anche un Alexander d’Argento — Premio Speciale della Giuria e Premio al Miglior Attore per la performance di Victor Rebengiuc nel ruolo di un 75enne rumeno che riceve per caso una medaglia al valore della II Guerra Mondiale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Medal of Honor ha ottenuto anche il Premio FIPRESCI per il concorso internazionale, mentre la giuria del FIPRESCI ha scelto The Building Manager di Periklis Hoursoglou nella sezione Film Greci. Ruth Nirere ha ricevuto il Premio alla Miglior Attrice per The Day God Walked Away (Francia/Belgio) e Rigoberto Perezcano quella al Miglior Regista per Norteado [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Spagna/Messico).

Il Thessaloniki FF ha celebrato la sua 50ma edizione, ma con pochi titoli locali, a causa del boicottaggio del gruppo FoG (leggi news). Dopo meno di 24 ore dalla chiusura del festival, FoG ha fatto un annuncio che potrebbe cambiare il volto del cinema greco per sempre: l’inaugurazione della Hellenic Filmmakers Academy.

Con 108 membri iniziali da tutta l’industria cinematografica (inclusi tecnici e critici), l’Academy comincerà ad ampliare le sue attività da metà gennaio, quando saranno annunciati i candidati ai riconoscimenti assegnati in un evento simile agli Oscar.

L’Academy ha dichiarato che i suoi membri selezioneranno il candidato greco alle nomination all’Oscar al Miglior Film in Lingua Straniera — privilegio riservato sino ad ora al vincitore del Premio di Stato, assegnato ogni anno da un comitato di selezione nominato dal Ministero della Cultura.

Nessun commento ancora dal Ministero, ma appare chiaro che l’Academy avrà il via libera nella sua riforma dell’industria locale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy