email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2010 Generation / Francia

Sister Welsh: un'adolescente tra fantasmi e realtà

di 

Prima mondiale in vista per il secondo lungometraggio di finzione cinematografica di Jean-Claude Janer, Sister Welsh, selezionato nell'ambito del programma Generation14plus del 60mo festival di Berlino (dall'11 al 21 febbraio 2010).

Interpretato da Anne Brochet (vista di recente ne Il riccio [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Louise Blachère (Naissance des pieuvres [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e Laurent Delbecque (scoperto in Parc [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), il film offrirà un'occasione per apprezzare l'originalità del regista di Superlove (1999), anche co-autore della sceneggiatura di Peau d’homme cœur de bête (Pardo d'oro nel 1999 a Locarno).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta da Jean-Claude Janer con la collaborazione di Agnès de Sacy ed Hélène Angel, la sceneggiatura di Sister Welsh è centrata su un'ordinaria ragazza parigina di 15 anni (Louise Blachère). Per evadere dalla sua realtà, immagina due donne (Anne Brochet nei due ruoli), due modelli ai quali cerca di identificarsi. Nel XXI secolo, Catherine è una prospera donna d'affari, proprietaria di una ventina di centri fitness. Nel XIX secolo, a Plymouth, è Sister Welsh, romantica amante che evade da un convento inglese. Ma nel cervello surriscaldato dell'adolescente, le due donne combattono fra loro senza pietà. Realtà e fantasmi formano un universo unico e fluido, fino a quando un ragazzo (Laurent Delbecque) non compare nella vera vita della giovane, rendendo poco a poco il mondo reale più attraente di quello di fantasia.

Prodotto da Caroline Roussel per Arturo Mio e Gilles Sandoz per Maïa Cinéma, Sister Welsh ha beneficiato di un anticipo sugli incassi del Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC), di un pre-acquisto di TPS Star e del sostegno della Sofica Cofinova e della Procirep. La distribuzione in Francia e le vendite internazionali sono in trattative molto avanzate.

Da notare anche nel menù berlinese di Generation 14plus le coproduzioni The Famous And The Dead di Esmir Filho e Dooman River di Zhang Lu, mentre il programma di Generation Kplus include Yuki & Nina del duo Nobuhiro Suwa - Hippolyte Girardot e Une vie toute neuve di Ounie Lecomte.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy