email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Fabienne: Catherine Frot indaga nel mondo dell'immigrazione

di 

Fabienne: Catherine Frot indaga nel mondo dell'immigrazione

Le riprese del secondo lungometraggio di José Alcala, Fabienne, film poliziesco al femminile, sono in corso dalla settimana scorsa a Sète. Venuto dal documentario e apprezzato per il suo primo lavoro di finzione Alex - selezionato nel 2005 a San Sebastian nella sezione Zabaltegi - Nuovi Registi, e finalista lo stesso anno al Premio Luis Delluc della migliore opera prima - il regista potrà contare questa volta sulla presenza nel cast della popolarissima Catherine Frot (Le vilain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e prossimamente sugli schermi in Imogène [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e su Marie Raynal, già vista in Alex.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Co-firmata dal regista e da Olivier Gorce (già co-sceneggiatore di Alex e co-autore di La fabrique des sentiments [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e Camille Guichard, la sceneggiatura di Fabienne ha come personaggio principale una poliziotta, il commissario Fabienne Bourrier (Catherine Frot), che si occupa di rimpatri. In seguito al suicidio (dietro al quale potrebbe nascondersi un omicidio) di una giovane prostituta originaria dell'est, precipitata dal tetto di un palazzo, Fabienne avvia un'indagine per ritrovare il figlio di quattro anni della donna. Le sue ricerche saranno puntellate da alcuni incontri che le apriranno gli occhi e le faranno riscoprire il mondo, in particolare quello con un vecchio maghrebino che vive in un centro d'accoglienza e quello con una donna che, rimasta senza lavoro, stabilisce la sua dimora in un camping.

Prodotto da Nicolas Blanc per Agat Films, Fabienne beneficia di una coproduzione di France 3 Cinéma, di un pre-acquisto di Canal + e del sostegno della regione Linguadoca-Roussillon. La distribuzione nelle sale francesi è affidata ad Ad Vitam. Le riprese si svolgeranno a Sète per 25 giorni, prima di trasferirsi nel dipartimento di Bouches-du-Rhône (in particolare a Marsiglia dal 16 marzo al 2 aprile) per altri 15 giorni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy