email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Svizzera

Locarno, cinefilia e impegno

di 

Locarno, cinefilia e impegno

Domani, il Festival del cinema di Locarno apre la sua prima edizione guidata da Olivier Père, già direttore artistico della Quinzaine des réalisateurs di Cannes. L'evento, che promette di soddisfare sia cinefili che professionisti, è segnato quest'anno dalla volontà di incentrare il festival su tre grandi pilastri: la scoperta di nuovi talenti, il circuito economico e il glamour, ingrediente indispensabile per ogni festa del cinema.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

“Il mio intento è di mettere l'accento sulle nuove correnti, più che su un cinema istituzionalizzato”, afferma Olivier Père. La Competizione internazionale (leggi la news), che miscela opere prime e film di cineasti affermati, ne è una dimostrazione. Il Pardo d'onore attribuito al regista svizzero Alain Tanner (leggi la news), peraltro, strizza l'occhio a questa difesa dei giovani autori: nel 1969, il primo film di finzione di Tanner, Charles mort ou vif, vinse il Pardo d'oro al Festival di Locarno.

Il fatto di posizionarsi come avamposto delle nuove tendenze formali implica, da parte del festival, anche un impegno professionale nell'aiutare i film a trovare produttore, compratore e distributore. “Oggi la militanza passa di là”, precisa Olivier Père.

Il mercato Industry Days permetterà ai professionisti di scoprire tutti i film selezionati nei primi tre giorni del festival. E la sezione Open Doors – dedicata ai film dell'Asia centrale – attirerà la loro attenzione sulla produzione cinematografica di una regione le cui difficoltà non ne ostacolano il dinamismo. Infine, con la grande retrospettiva Ernst Lubitsch e il Pardo d'onore attribuito al regista cinese Jia Zhang Ke, i cinefili avranno pane per i loro denti.

Per finire, le feste e gli ospiti glamour non mancheranno a Locarno, in particolare con l'attrice Chiara Mastroianni (Homme au bain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Christophe Honoré in Concorso internazionale), che riceverà l’Excellence Award Moët & Chandon, e l'attore John C. Reilly (Cyrus di Jay e Mark Duplass, proiettato sulla Piazza Grande).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy