email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

Tante prestigiose anteprime a Ostenda

di 

Il Festival del cinema di Ostenda comincia stasera e durerà fino all'11 settembre. Un’occasione per presentare in anteprima, e in apertura, Adem (Oxygène), primo lungometraggio del regista fiammingo Hans Van Nuffel, presentato la settimana scorsa in concorso al World Film Festival di Montreal. Il film uscirà la settimana prossima in Belgio.

Il Festival del cinema di Ostenda, non competitivo, è innanzitutto un'occasione per offrire al pubblico una selezione di prestigiose anteprime, tra grosse produzioni hollywoodiane e rivelazioni cannensi. Oltre alla Palma d'oro, il festival propone il delizioso e caustico Tamara Drewe [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Stephen Frears
scheda film
]
di Stephan Frears, così come il grave e maestoso Des Hommes et des Dieux [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Beauvois
scheda film
]
di Xavier Beauvois, anch'esso in uscita la settimana prossima.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

La manifestazione permetterà agli abitanti di Ostenda di anticipare il rientro nelle sale, proponendo alcuni titoli la cui uscita è prevista nelle settimane prossime, come il thriller italiano La doppia ora [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Giuseppe Capotondi
scheda film
]
di Giuseppe Capotondi, presentato l'anno scorso a Venezia, o il dramma familiare Vreemd Bloed [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Johan Timmers (Paesi Bassi).

Per condire il tutto con un pizzico di esclusività, il festival ha in programma anche due inediti europei: la commedia drammatica tedesca The Hairdresser [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Dorris Dörrie, presentata a Berlino, e la sfrontata commedia sul terrorismo 4 Lions, diretta dal britannico Christopher Morris. Altra anteprima, il film belga Marieke, Marieke di Sophie Schoukens, che parteciperà alla competizione internazionale del Festival di San Sebastian a fine mese.

Parallelamente alla programmazione cinema, il festival coglie lo spirito del tempo proponendo al pubblico di (ri)scoprire le migliori produzioni televisive, per lo più americane, che contribuiscono oggi a ridisegnare i contorni del racconto audiovisivo (da Mad Men a Treme). Anche l’audiovisivo europeo è presente, poiché il festival celebrerà due autori britannici che hanno fatto e fanno tuttora la fortuna della BBC, Rik Mayall (The New Statesman) e Ben Elton (Blackadder, Mr Fowler).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy