email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MERCATO Scandinavia

Yellow Affair, primi passi a Toronto

di 

Il nuovo rivenditore Yellow Affair, guidato dall’ex dirigente di NonStop Sales Miira Paasilinna, presenta al Toronto International Film Festival (9-19 settembre) la sua prima line-up completa, che include lo svedese Sebbe [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, uno dei 46 titoli europei il lizza per le nomination agli EFA 2010.

Yellow Affair ha uffici a Stoccolma ed Helsinki, e fa parte del media-group finlandese Yellow Film & TV, che comprende otto compagnie fra le quali Helsinki Filmi, una delle case di produzione più attive di Finlandia. Il rivenditore si occupa di una decina di film l’anno delle varie sussidiarie della casa madre, più altre acquisizioni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
EFP hot docs

Paasilinna ha sottolineato che Yellow Affair offre un modello di business diverso rispetto ai suoi competitor, e partnership ai produttori: “Non offriamo finanziamenti, ma cerchiamo di essere coinvolti il prima possibile nei progetti, di cui condividiamo i rischi, e questo vuol dire che un produttore riesce già ad avere qualcosa dagli incassi delle prime vendite. Nella condivisione dei rischi, scegliamo solo film che riteniamo abbiano un potenziale di mercato”.

Consapevole del cambiamento dal tradizionale mercato delle vendite, con un minimo garantito ai distributori, ai contratti multipli su varie piattaforme di distribuzione, Paasilinna ha dichiarato di lavorare duramente dallo script a tutte le altre fasi. La sua compagnia ha ricevuto il sostegno dell’Agenzia finlandese per la Tecnologia e l’Innovazione per la creazione di piattaforme di proiezione e distribuzione online.

A Toronto, Yellow Affair proporrà la commedia di Dome Karukoski Lapland Odyssey nella sezione Contemporary World Cinema. Gli altri otto titoli in catalogo sono: Sebbe di Babak Najafi (Miglior Debutto a Berlino), il finlandese Playground [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l’irlandese Parked, il ceco/tedesco/slovacco Three Seasons in Hell [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la black comedy ungherese The Children of the Green Dragon (presentata in anteprima a Pusan), e tre documentari, fra i quali Like a Pasha (prodotto dalla svedese Atmo).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy