email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FINANZIAMENTI Italia

Fondo Cineteca di Bologna, la scadenza del bando prorogata al 30 novembre

di 

La commissione giudicatrice delle proposte pervenute al termine della prima scadenza del bando per il sostegno allo sviluppo e alla produzione Cinematografica per opere prime, seconde e terze ha reso noto i progetti (4) che si avvarranno del sostegno allo sviluppo e i progetti (2) che invece saranno sostenuti in fase di produzione.
La seconda scadenza del bando, rivolta come la precedente a società di produzione indipendenti e associazioni culturali, è stata prorogata al 30 novembre 2010 (info: FilmCommission Bologna tel. 051 2194827/36/37; filmcommission@comune.bologna.it)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il bando scaturisce dal fondo promosso dalla Cineteca di Bologna che, insieme alla Regione, ha varato il Centro per lo Sviluppo dell’Audiovisivo e l’Innovazione Digitale (con sede in via Azzo Gardino 65) nato anche grazie all’APQ GECO e al progetto Distretto della Multimedialità per supportare le imprese del settore fornendo attività di informazione, formazione, consulenza e promozione all’interno del comparto audiovisivo dell’Emilia-Romagna.

I progetti pervenuti entro la prima scadenza del bando, il 15 maggio, sono stati esaminati da una Commissione formata da esperti del settore (Valerio De Paolis, capo della BIM distribuzione; Paolo Mereghetti, giornalista e critico cinematografico; Gianni Zanasi, regista) che ha attribuito il sostegno allo sviluppo a 4 progetti, mentre 2 sono invece i progetti individuati che beneficeranno del sostegno alla produzione.
Questi sono i progetti selezionati e che beneficeranno del sostegno allo sviluppo:
Il Vegetariano soggetto e regia di Roberto San Pietro presentato da Arancia Film srl – Bologna - Fiction
Il treno va a Mosca soggetto e regia di Federico Ferrone e Michele Manzolini presentato da Kiné soc Coop – Colle di Val d’Elsa (SI) - Documentario
L’erba cattiva soggetto di Giovanni Galavotti, Giulio Filippo Giunti, Giorgia Boldrini, regia di Francesco Merini e Bernardo Bolognesi presentato da Associazione culturale Finzioni – Bologna - Fiction
Essere e sopravvivere soggetto e regia di Serena Mignani presentato da Imago Orbis s.a.s. di Mario Chemello &c. – Bologna - Documentario

Questi invece sono i progetti selezionati e che beneficeranno del sostegno alla produzione:
Babis! (Figli dei Rospi) regia di Niccolò Manzolini presentato dall’Associazione Culturale Seiperduenonfadodici – Bologna - Documentario
Beat Crazy regia di Luca Pastore presentato da Pulsemedia srl - Sassuolo (Modena) - Documentario

Circa l’aspetto informativo e di consulenza, il Centro ha finora progettato e realizzato due seminari a partire dalla constatazione che le associazioni trovano difficoltà quando vogliono trasformarsi in imprese.
“Creatività e Impresa”, questo il titolo del primo incontro, si è tenuto il 16 giugno di quest’anno in collaborazione con ASTER: alcune aziende del territorio legate all’imprenditorialità creativa hanno raccontato la propria esperienza e ai presenti sono state poi fornite nozioni per la redazione di un business plan, appositamente pensato per le aziende della filiera creativa.

Il secondo workshop (28 giugno 2010) è stato orientato più alla filiera audiovisiva vera e propria come si evince dal titolo, “Come si finanzia un film: le opportunità tra l’Italia e i sostegni comunitari”: in questo caso - e grazie all’ausilio di esperti e di rappresentanti del programma MEDIA e del MIBAC (ministero per i Beni e le Attività Culturali)- sono state illustrate le principali fonti di finanziamento al cinema e all’audiovisivo esistenti in Europa e a livello statale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy