email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

Why Not Productions su tutti i fronti

di 

Why Not Productions su tutti i fronti

Mentre Uomini di Dio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Beauvois
scheda film
]
di Xavier Beauvois prosegue la sua corsa in testa al box-office (1,72 milioni di entrate in 26 giorni), un altro titolo di Why Not Productions sbarca oggi sugli schermi: Kaboom [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gregg Araki. Rivelatosi fuori concorso all'ultimo Festival di Cannes e coprodotto da Wild Bunch, che ne assicura la distribuzione, questa terza collaborazione tra Why Not e l'originalissimo regista americano segna un ulteriore colpo da maestro per la società di produzione parigina, sempre più affermata a livello internazionale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Produttrice, fra gli altri, di Jacques Audiard, Arnaud Desplechin, Christophe Honoré, Antony Cordier (Happy Few [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, attualmente nelle sale), Claire Denis, Bruno Podalydès e Jean-François Richet, Why Not Productions si apre sempre più al cinema europeo. Dopo aver prodotto gli ultimi due film dell'inglese Ken Loach (Il mio amico Eric [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Cannes 2009
Ken Loach

intervista: Steve Evets - attore
scheda film
]
e Route Irish [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), la struttura guidata da Pascal Caucheteux e Grégoire Sorlat è attualmente impegnata nella coproduzione di La Maladie du sommeil del tedesco Ulrich Köhler, come aveva fatto con Country Teacher [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bohdan Slama
scheda film
]
del ceco Bohdan Slama e con il film collettivo romeno Racconti dell'età dell'oro [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

Why Not è impegnata anche nella distribuzione giacché, dopo aver lanciato nel 2007 in collaborazione con Bac Films 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Cristian Mungiu
intervista: Oleg Mutu
scheda film
]
di Christian Mungiu, la struttura lancerà Everyone Else [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maren Ade
scheda film
]
della tedesca Maren Ade (Gran Premio e premio della migliore attrice alla Berlinale 2009 - esce in Francia l'8 dicembre) e If I Want to Whistle, I Whistle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del romeno Florin Serban (Orso d'Argento a Berlino quest'anno).

Tra le future produzioni di Why Not si distinguono Chienne del cinese Lou Ye con protagonista Tahar Rahim (titolo in post-produzione e prodotto insieme a Les Films du Lendemain) e in preparazione Biens-Aimés di Christophe Honoré con Catherine Deneuve e Louis Garrel, ma anche Psychothérapie d'un Indien des plaines di Arnaud Desplechin.

Tra le altre novità di questo mercoledì, figura un titolo presentato a Cannes, diretto da un americano e prodotto dall'Europa: Incontrerai uno sconosciuto alto e bruno [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Woody Allen (produzione degli spagnoli di Mediapro - distribuzione Warner Francia). Dal canto suo, Bac Films distribuisce Captifs del francese Yann Gozlan, mentre Gaumont punta su Donnant donnant della connazionale Isabelle Mergault (leggi l’articolo).

Da segnalare anche l'arrivo nelle sale di Hoy no se fía, Mañana sí dello spagnolo Francisco Avizanda (distribuzione Hévadis Films), di Rosso come il cielo dell'italiano Christiano Bortone (Les Films du Préau) e del documentario Entre nos mains di Mariana Otero (Diaphana Distribution), senza dimenticare il blockbuster d’animazione americano Cattivissimo me, co-diretto dal francese Pyer Coffin, realizzato presso Mac Guff Ligne e che è stato uno dei primi progetti sostenuti dal Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC) a titolo di credito d'imposta internazionale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy