email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL DI ROMA Extra F.C. / Regno Unito

Burke and Hare, un John Landis made in Europe

di 

Burke and Hare, un John Landis made in Europe

Dici John Landis, sorridi e pensi a Animal House, Blues Brothers, Tutto in una notte, Un lupo mannaro americano a Londra. Pezzi del nostro immaginario collettivo, commedie che hanno reso il mondo una cosa sola.

Benvenuto dunque Landis in Europa, lupo mannaro americano di ritorno a Londra a caccia di buone sceneggiature da trasformare in immagini. "Dovevo andare a Londra e mia moglie Deborah mi ha suggerito di visitare alcune delle case di produzione del posto perché stavano girando dei film indipendenti interessanti", racconta il regista statunitense. "Era da un po’ che non facevo un film, e quelli che fanno gli studi americani di questi tempi non sono quelli che voglio fare io. Ho visitato circa 40 case di produzione indipendenti del Regno Unito. Ho incontrato anche Barnaby Thompson, capo degli Ealing Studios (Un matrimonio all’inglese [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Un marito ideale, L’importanza di chiamarsi Ernest, Valiant e altri successi) che mi ha parlato di un copione che stava sviluppando con gli sceneggiatori Piers Ashworth e Nick Moorcroft, e che pensava potesse interessarmi, così mi ha dato Burke and Hare [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Nascono così le avventure (ispirate ad una storia vera) dei due imbroglioni William Burke (Simon Pegg) e William Hare (Andy Serkis), ladri di cadaveri nella Edimburgo del 1828, quando la città scozzese è il centro dell’universo della ricerca medica e i dottori della città cercano disperatamente cadaveri per le loro lezioni di anatomia.

Da una sceneggiatura che trasforma due mostri in eroi romantici, Landis ha tratto una commedia nerissima che è una metafora del cinema. Un uomo arriva ad uccidere per sovvenzionare la rappresentazione teatrale tutta al femminile del Macbeth shakespeariano messa in piedi dalla donna che ama, mentre un medico senza scrupoli fa fotografare i cadaveri dissezionati da un artista francese per la sua pionieristica mappatura del corpo umano. E cos'è un film se non la geografia esterna e interna del corpo umano, raffigurata da un abile fotografo?

Ottimamente servito da attori del calibro di Isla Fisher, Jessica Hynes, Tom Wilkinson, il monumento nazionale Ronnie Corbett, Tim Curry e Michael Smiley, oltre ai due menzionati protagonisti, Burke and Hare arriva oggi nelle sale inglesi mentre in Italia sarà distribuito prossimamente da Archibald Enterprise Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy