email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Villerupt premia Il richiamo di Stefano Pasetto

di 

Presentato in prima mondiale nella sezione Discovery dell'ultimo Festival di Toronto e selezionato a Londra il mese scorso, Il richiamo di Stefano Pasetto si è aggiudicato il titolo di miglior film del 33mo Festival del film italiano di Villerupt.

Interpretato da Sandra Ceccarelli e Francesca Inaudi, questa coproduzione italo-argentina narra l'incontro a Buenos Aires tra due donne molto diverse fra loro. Lea è una giovane italiana un po' scombussolata che vive con Marco, ma che non vuole una relazione definitiva. Lucia è una hostess di 40 anni, dotata di un equilibrio fragile, di un marito affettuoso e di un bell'appartamento in un quartiere altolocato. Un tempo, Lucia insegnava piano e per una serie di circostanze Lea la contatta per prendere lezioni. Tra le due donne nasce una forte attrazione: Lucia sarà pronta a seguire Lea anche in capo al mondo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Questa storia d'amore di grande delicatezza, girata con molta eleganza, è prodotta da Iter Film in coproduzione con Rai Cinema e con il sostegno del ministero della Cultura italiano. Le vendite internazionali sono affidate a Adriana Chiesa Enterprises.

Il Premio del pubblico del festival di Villerupt è stato attribuito al candidato italiano all'Oscar 2011 del miglior film straniero: La prima cosa bella [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Paolo Virzi. La stampa ha scelto La solitudine dei numeri primi [+leggi anche:
trailer
intervista: Luca Marinelli
scheda film
]
di Saverio Costanzo e la giuria degli esercenti Basilicata coast to coast [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rocco Papaleo
scheda film
]
di Rocco Papaleo. Infine, la giuria Giovani ha accordato la sua preferenza a 20 sigarette [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Aureliano Amadei.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy