email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Italia

Ultimo appello per salvare lo spettacolo: giovedì manifestazione a Roma

di 

Sono numerose e stanno crescendo in queste ore le adesioni di artisti, imprenditori, lavoratori di cinema e di teatro, esponenti dei beni culturali, e rappresentanti politici che parteciperanno alla manifestazione pubblica convocata unitariamente per giovedì 9 dicembre a Roma (sala Capranichetta, piazza Montecitorio, ore 11,00) da Agis, Anica, 100 Autori, Federculture, Slc – Cgil, Fistel – Cisl, Uilcom – Uil.

Nel corso della manifestazione saranno sottoposti ai rappresentanti di tutte le Istituzioni sette punti considerati fondamentali per la sopravvivenza dello spettacolo e della cultura in Italia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La “Carta del Capranichetta” prevederà, tra l’altro, il reintegro del Fus 2011 almeno ai livelli del 2008 (471 milioni di euro), il rinnovo e il rifinanziamento di tax credit e tax shelter per il cinema, in scadenza il 31 dicembre prossimo, il ripristino dei fondi destinati al 5 per mille, l’adozione di misure urgenti per la difesa del lavoro di centinaia di migliaia di addetti.

La manifestazione pubblica convocata dalle organizzazioni nazionali professionali e sindacali di quanti operano nello spettacolo e nei beni culturali intende rivolgere un ultimo appello a Governo, Parlamento e Istituzioni nell’imminenza dell’adozione di provvedimenti fondamentali per il settore sul quale incombe il forte rischio di una crisi gravissima. “Chiamiamo le Istituzioni, il Governo e le forze politiche – dichiarano gli organizzatori - ad un confronto per un’assunzione di responsabilità verso le imprese, i lavoratori, i cittadini”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy