email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Polonia

Skolimowski trionfa alle Aquile con Essential Killing

di 

Skolimowski trionfa alle Aquile con Essential Killing

Vincitore dei titoli di miglior film e di miglior regista, cui si aggiungono due riconoscimenti per la musica (Pawel Mykietyn) e il montaggio (Reka Lemhenyi e Maciej Pawlinski), Essential Killing [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jerzy Skolimowski
scheda film
]
di Jerzy Skolimowski domina il palmarès della 13ma edizione delle Aquile, i premi più prestigiosi del cinema polacco.

Già vincitore di due premi all'ultima Mostra di Venezia (leggi l'articolo - premio speciale della giuria e miglior interpretazione maschile), Essential Killing segna il ritorno alla ribalta di Jerzy Skolimowski, che aveva messo fine a 17 anni d'inattività con il suo precedente film, Four Nights with Anna [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2008).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’Accademia Polacca di Cinema ha inoltre assegnato quattro premi tecnici a Venice [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jan Jakub Kolski (leggi la news), che si è distinto nelle categorie fotografia (Artur Reinhart), scenografia (Joanna Macha), costumi (Malgorzata Zacharska) e suono (Jacek Hamela).

Dal canto suo, All That I Love [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jacek Borcuch (vedi l’intervista video e l’articolo) si è aggiudicato tre titoli per la miglior sceneggiatura (scritta dal regista), la rivelazione dell'anno (l’attore Mateusz Kosciukiewicz) e il premio del pubblico.

Le Aquile dei ruoli protagonisti sono state attribuite a Urszula Grabowska per la sua performance in Joanna [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Feliks Falk (news) e a Robert Wieckiewicz per Little Rose [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jan Kidawa-Blonski (news).

Il titolo di miglior film europeo è andato, come previsto, a L'uomo nell'ombra [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Roman Polanski, mentre un premio alla carriera è stato assegnato a Tadeusz Chmielewski (nato nel 1927), regista di commedie culto come Ewa Wants to Sleep (1957), How I Unleashed World War II (1969) e I Hate Monday (1971).

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.