email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2011 Mercato / Francia

Pater e This Must Be The Place per Pathé

di 

Pater e This Must Be The Place per Pathé

Due candidati alla Palma d'oro e un titolo del Certain Regard del 64mo Festival di Cannes, che si apre oggi, dominano la line-up di Pathé International. Ma la squadra di Muriel Sauzay ha anche altre carte da giocare per trarre il massimo profitto dal Marché du Film.

Con protagonista Sean Penn e selezionata in competizione ufficiale, la coproduzione italo-franco-irlandese This Must Be The Place [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Sorrentino
scheda film
]
di Paolo Sorrentino (articolo) è stata già prevenduta da Pathé International per Nord America e America latina, Scandinavia, Francia, Italia, Polonia, Benelux, Grecia, Bulgaria, Cipro, Portogallo, Romania, Svizzera, Corea del Sud, Taiwan, Singapore, Malesia, Sudafrica, Israele e Medio Oriente.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
Cineuropa Survey 2020

Si apriranno invece le vendite per il secondo candidato alla Palma d'oro della line-up, Pater [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alain Cavalier
scheda film
]
del francese Alain Cavalier (news), che Pathé distribuirà il 22 giugno nelle sale francesi.

Si prevedono poi buoni affari per Et maintenant, on va où? della libanese Nadine Labaki al Certain Regard, la cui opera precedente, Caramel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, ottenne un gran successo sulla Croisette nel 2007. Il film, prodotto in delegato dalla società francese Les Films des Tournelles, è stato preacquistato per Italia, Benelux, Medio Oriente e Svizzera. Uscirà in Francia il 14 settembre.

Per quanto riguarda il mercato, Pathé International lancerà le vendite del thriller britannico in pre-produzione Last Passenger di Omid Nooshin, centrato su un viaggio in treno che si trasforma in un incubo. Saranno inoltre completate le prevendite, già ben avviate (quasi 50 paesi), del lungometraggio britannico in post-produzione The Iron Lady di Phyllida Lloyd, con Meryl Streep nei panni di Margaret Thatcher (articolo).

Nella line-up figurano inoltre tre film francesi in post-produzione: il titolo d'animazione Zarafa di Rémi Besanzon e Jean-Christophe Lie (viaggio di un ragazzo e di una giraffa donata nel 1827 al re di Francia dal Pascià d'Egitto), Mon pire cauchemar di Anne Fontaine (news), con Isabelle Huppert, e Switch di Frédéric Schoendoerffer (articolo). Infine, saranno proiettati al mercato La fille du puisatier di Daniel Auteuil (news), Monsieur Papa di Kad Merad, Les Tuche di Olivier Baroux e Titeuf, le film di Zep.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.