email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MERCATO Francia

TF1 D.A. dovrà versare 32 M€ a Own My Own e a Spike Lee

di 

TF1 D.A. dovrà versare 32 M€ a Own My Own e a Spike Lee

La coproduzione italo-americana Miracolo a Sant'Anna, presentata a Toronto nel 2008, rischia di costare molto caro alla società francese TF1 D.A., filiale di acquisizione e distribuzione di diritti audiovisivi in Francia e all'estero del gruppo TF1. Secondo l’AFP, il tribunale di prima istanza di Parigi ha condannato la struttura a pagare circa 32 M€ per il mancato rispetto dei suoi impegni contrattuali di commercializzazione del film di Spike Lee.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Prodotto da On My Own (allora guidata da Roberto Cicutto e Luigi Musini) e Spike Lee, Miracolo a Sant'Anna [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
era stato acquisito a ottobre 2007 da TF1 International a fronte di un MG (minimo garantito) di 11 M$ con la possibilità di vendere il film in tutto il mondo (eccetto Stati Uniti, Canada e Italia). All'uscita di Miracolo a Sant'Anna, che ha stimato al di sotto delle sue aspettative, TF1 International ha fatto marcia indietro, tentando di rescindere il contratto. E' seguita una battaglia legale conclusasi con una decisione netta: "Nessun inadempimento contrattuale è da imputare alla società On My Own, e la società TF1 International non poteva legittimamente rifiutarsi di distribuire il film".

Ricordiamo che all'epoca TF1 International operava al 100% come filiale di TF1: la struttura è successivamente entrata in società con UGC conservando il suo nome (news). Questo spiega perché è la società madre TF1 D.A. a dover rispondere dei danni.

Il tribunale ha condannato TF1 D.A. a versare 20 M€ di danni a On My Own a titolo di riparazione della sua perdita finanziaria, visto che la decisione di TF1 International ha avuto "conseguenze nefaste" sulla distribuzione mondiale di un film che non aveva più "alcun valore commerciale per il produttore, poiché preceduto da una reputazione negativa".

TF1 D.A. dovrà anche pagare 2,7 M€ di danni morali (1,5 M€ a Spike Lee, 1 M€ a On My Own e 200 000 euro allo sceneggiatore James McBride) e gli 11 M$ del MG inizialmente promessi (più le spese: 9 M€ in totale) a BNP Paribas.

TF1 Droits Audiovisuels ricorrerà in appello, considerato che la perdita stimata è "palesemente sproporzionata rispetto alle performance del film, in particolare sul mercato americano, dove ha incassato nelle sale solo 5,5 M€". Il caso è aperto...

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy