email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PERSONAGGI Regno Unito

Seghatchian lascia il BFI e torna a fare cinema

di 

Seghatchian lascia il BFI e torna a fare cinema

Tanya Seghatchian (in foto), attuale Responsabile del Film Fund al British Film Institute (BFI), ha rassegnato le sue dimissioni e tornerà alle sue attività cinematografiche.

Seghatchian è stata Responsabile dello Sviluppo allo UK Film Council, dove ha supervisionato vari film pluripremiati come Il discorso del Re [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tom Hooper
scheda film
]
, Bright Star [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Fish Tank [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andrea Arnold
scheda film
]
, Wuthering Heights [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andrea Arnold
scheda film
]
e Shame [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. Prima, Seghatchian svolgeva la sua attività di produttore, ed è stata fondamentale per lo sviluppo della serie Harry Potter. Nel 2005, ha vinto un BAFTA per la produzione di My Summer of Love [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jean-Paul Rougier
intervista: Pawel Pawlikowski
intervista: Tanya Seghatchian
scheda film
]
di Pawel Pawlikowski.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Seghatchian ha dichiarato: “In un anno eccezionale per il cinema inglese, abbiamo supportato grandi filmmaker e voci nuove. I nostri film stanno godendo del successo della critica e della visibilità ai principali festival prima della stagione dei premi, oltre che di ottimi incassi ai botteghini. Ciononostante, quattro anni a determinare il tono e la direzione degli investimenti dei fondi della Lotteria per il cinema inglese sono sin troppi. Dopo aver supervisionato la transizione del Film Fund dallo UK Film Council al BFI, penso sia ora che qualcun altro rappresenti il settore pubblico con i fantastici talenti cinematografici che abbiamo nel Regno Unito, e auguro al BFI un enorme successo futuro”.

Amanda Nevill, Direttore generale di BFI, ha commentato: “Tanya ha dato un grande contributo all’industria cinematografica inglese. Ci ha portato il raro equilibrio di una vision indipendente, istinto commerciale e comprensione culturale — e ha davvero occhio nel supportare i talenti. Ma nel suo cuore c’è il cinema, e senza dubbio continuerà a fare grandi film — non vediamo l’ora di lavorare con lei”.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy