email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Huppert, Bourgoin, Gedeck e Pauline Etienne in La religieuse

di 

Huppert, Bourgoin, Gedeck e Pauline Etienne in La religieuse

Cast d'eccezione per Guillaume Nicloux (Une affaire privée, Cette femme-là, Holiday [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) che comincerà a gennaio le riprese del suo nono lungometraggio, adattamento del romanzo La religieuse di Diderot, pubblicato nel 1796 e già portato sul grande schermo nel 1965 da Jacques Rivette. Protagoniste di questa coproduzione franco-belgo-tedesca saranno le francesi Isabelle Huppert (foto - nelle sale il 9 novembre in Mon pire cauchemar) e Louise Bourgoin (Adèle e l'enigma del faraone [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e attualmente sugli schermi in Un heureux événement [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), la giovane belga Pauline Etienne (nominata al César 2010 della miglior promessa per Qu’un seul tienne et les autres suivront [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Qu'un seul tienne et les a…
scheda film
]
e ammirata in L’autre monde [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Gilles Marchand, regista d…
scheda film
]
) e la star tedesca Martina Gedeck (Le vite degli altri [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Florian Henckel von Donner…
intervista: Ulrich Muehe
scheda film
]
, La banda Baader-Meinhof [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta da Guillaume Nicloux e Jérôme Beaujour, la sceneggiatura racconta la ribellione e il destino tragico di Suzanne Simonin (Pauline Etienne), un'affascinante giovane donna cresciuta in una famiglia borghese che si ritrova rinchiusa suo malgrado in un convento dopo aver scoperto di essere figlia illegittima (Martina Gedeck interpreta sua madre). La ragazza trova un po' di conforto presso la madre superiora, ma questa muore e viene sostituita da una donna sadica (Louise Bourgoin) che la umilia tutto il tempo. Suzanne farà di tutto per ottenere l'annullamento dei suoi voti e per essere trasferita in un altro convento, dove diviene oggetto di un affetto equivoco da parte di un'altra madre superiora (Isabelle Huppert). Nel frattempo, la giovane donna prepara la sua evasione…

Prodotto da Sylvie Pialat per Les Films du Worso, La religieuse beneficia delle coproduzioni di France 3 Cinéma, di Rhône-Alpes Cinéma, dei belgi Versus e della Germania (Nicole Ringhut). Pre-acquistato da Canal + e Ciné+, il film sarà girato in Germania (vicino Stoccarda) e nella regione Rhône-Alpes (non lontano da Aix-les-Bains). La musica del film sarà composta da Max Richter (Valzer con Bachir [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Elle s’appelait Sarah [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, L’étrangère [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). La distribuzione sarà affidata in Belgio a O’Brother e in Francia a Le Pacte, che guida anche le vendite internazionali.

Les Films du Worso lancia inoltre nelle sale il 7 dicembre Dernière séance [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Laurent Achard (leggi l’articolo), presentato in concorso a Locarno (distribuzione Epicentre Films) e ha in post-produzione Maman di Alexandra Leclère (news) e la coproduzione Nos enfants del belga Joachim Lafosse.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.