email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM Estonia

Tallinn, un "nuovo mondo" è possibile

di 

Tallinn, un "nuovo mondo" è possibile

Il documentario Uus Maailm (The New World) ha ricevuto un’ottima accoglienza alla sua anteprima nella Coca-Cola Plaza di Tallin giovedì sera. Diretto da Jaan Tootsen e prodotto da Jaak Kilmi (già regista di Disco and Atomic War [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, documentario estone di grande successo nel circuito festivaliero), il film racconta la ‘New World Society’ (Società del Nuovo Mondo), iniziativa dei cittadini di Tallinn che ha come obiettivo quello di cambiare (un po’) il mondo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

In uscita nelle sale estoni a metà ottobre, il film sarà proposto in prima internazionale al Jihlava International Documentary Festival. Se alcuni degli ambienti e dei personaggio avranno indubbiamente grande risonanza tra il pubblico estone, il suo carismatico protagonista e l’avvincente storia possono renderlo popolare ai festival di documentari di tutto il mondo (soprattutto in quelli con un occhio ai temi umanitari e ambientali). La versione da 58 minuti potrebbe inoltre interessare alla televisione.

Al centro del film c’è Erko, che vuole costruire una nuova società nella quale le biciclette prendano il posto delle auto e la gente possa condividere arte, cultura e storie di vita. Con un gruppo di amici dalla simile vision, organizza allegramente una campagna di disobbedienza civile (come l’occupazione di un parcheggio, riempito di bici e fiori) contro chi vuole riempire la società di regole. Quando arriva l’occasione di ricevere fondi per costruire un vero e proprio nuovo mondo — in uno spazio poco lontano dal centro di Tallinn — Erko e gli amici iniziano a godere del riconoscimento della città e degli altri. Ma presto la pressione dei moduli, dei permessi e dei vicini arrabbiati, oltre alla mancanza di fondi, mette Erko in agitazione e lo costringe a trovare un lavoro per vivere. Così, Erko si chiede se il nuovo mondo si scontrerà con i problemi del vecchio.

Toosten ha seguito il gruppo per oltre cinque anni, ed è riuscito a realizzare una storia su dei sognatori e sulla realtà a volte dura che si affronta nel tentativo di rendere vero il sogno. Erko ne è il protagonista affascinante, comprensivo ma egocentrico. In un paio di momenti, lo spettatore sente il bisogno di avere maggiori informazioni (soprattutto nella seconda metà del film) ma resta comunque un’opera che fa riflettere, e spesso divertire.

Uus Maailm è prodotto da Kuukulgur Films.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy