email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Spagna

Si apre a Valladolid una Seminci all'insegna dei tagli

di 

Si apre a Valladolid una Seminci all'insegna dei tagli

Lo scorso sabato 22 ottobre si è aperta la 56ma edizione della Settimana Internazionale del Cinema di Valladolid, meglio conosciuta come Seminci, che, nonostante i significativi tagli economici (durerà due giorni in meno, fino al 29 ottobre), resta un riferimento per il cinema d'autore di Spagna ed Europa. Ad aprire la manifestazione è stata una delle produzioni più interessanti dell'anno: Habemus papam [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nanni Moretti
intervista: Nanni Moretti
scheda film
]
(Italia, Francia) di Nanni Moretti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La pellicola di Moretti ci contenderà con altri 17 lungometraggi la Spiga d'Oro del miglior film, massimo riconoscimento della Sezione Ufficiale che, come evidenziato dal direttore del festival, il giornalista Javier Angulo, si caratterizza per l'equilibrio tra autori affermati ed esordienti. Come sempre, il cinema spagnolo sarà particolarmente rappresentato in concorso, con due opere prime (De tu ventana a la mía [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
[foto] di Paula Ortiz, e El perfecto desconocido di Toni Bestard) e con due coproduzioni con l'Argentina (Verdades verdaderas. La vida de Estela di Nicolás Gil Lavedra, e Medianeras [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gustavo Taretto).

Ma il grande protagonista è il cinema europeo, che domina la sezione con altri nove titoli: Il ragazzo con la bicicletta [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jean-Pierre e Luc Dardenne
scheda film
]
(Belgio, Francia, Italia) di Jean-Pierre e Luc Dardenne, Hasta la vista [+leggi anche:
trailer
intervista: Geoffrey Enthoven
scheda film
]
(Belgio) di Geoffrey Enthoven, In Darkness (Polonia, Germania, Canada) di Agnieszka Holland, Les neiges du Kilimandjaro (Francia) di Robert Guédiguian, La conquête [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Francia) di Xavier Durringer, Brothers [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Finlandia) di Mika Kaurismaki, Wuthering Heights (Regno Unito) di Andrea Arnold, Circumstance [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Francia, Stati Uniti, Iran, Libano) di Maryam Keshavarz, e The Guard [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: John Michael McDonagh
scheda film
]
(Irlanda, Regno Unito, Argentina) di John Michael McDonagh.

Spighe d'onore sono state assegnate a due importanti personalità del cinema spagnolo: l'attrice Maribel Verdú [foto] e il presidente dell'Accademia di Cinema, il produttore e distributore Enrique González-Macho, che ieri ha sottolineato l'importanza della Seminci: “Senza di essa, Valladolid non sarebbe quello che è”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy