email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Austria

Viennale, bilancio in positivo

di 

Viennale, bilancio in positivo

La 49ma edizione della Viennale (20 ottobre-2 novembre 2011) è stata un successo. Gli organizzatori confermano un numero di visitatori in crescita, seppur leggera: dai 96 300 dell'anno scorso sono passati a 96 700. La presenza alle proiezioni è aumentata di un decimo raggiungendo il 79,9% (era 79,8% nel 2010), su un numero di proiezioni leggermente inferiore (347 contro 351 dell'anno scorso).

120 film, ossia circa un terzo dei titoli in programma, hanno registrato il tutto esaurito (contro 123 dell'anno passato). Tra le sezioni speciali, l'esaustiva Retrospettiva Chantal Akerman ha accolto 4 500 spettatori. Per Hans Hurch, direttore dell'evento, questo bilancio è di buon auspicio per la prossima edizione, che segnerà il cinquantesimo anniversario della Viennale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Premi paralleli importanti sono stati assegnati in questo festival non competitivo. Quello della Città di Vienna, che ricompensa il miglior film austriaco dell'anno, è stato attribuito al concorrente a Cannes Michael [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Markus Schleinzer nella categoria fiction e a Der Prozess di Gerald Igor Hauzenberger nella categoria documentario (il doc ha anche conquistato il nuovo Premio MehrWERT attribuito dalla Erste Bank, sponsor principale del festival). I due film hanno ricevuto la somma di 11 500 euro.

Una menzione speciale è stata accordata alla coproduzione tedesco-austro-svizzera David Wants to Fly [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di David Sieveking. Il Premio FIPRESCI è andato al film argentino Yatasto di Hermes Paralluelo e il Premio dei lettori dello Standard a El lugar más pequeño della messicana Tatiana Huezo Sánchez.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy