email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BOX OFFICE Norvegia

I botteghini 2011 spingono la Norvegia ai vertici europei

di 

I botteghini 2011 spingono la Norvegia ai vertici europei

Con 11.7 milioni di biglietti venduti nel 2011 — il 5.7% in più rispetto allo scorso anno — le sale norvegesi hanno visto la crescita maggiore nel mercato di sala in Europa. E con 2.9 milioni di spettatori, il cinema di casa controlla il 24.5% del mercato (nel 2010 il 23.3%) — il miglior risultato dal 1976, secondo le statistiche pubblicate dall’associazione cinematografica norvegese, Film & Kino.

Headhunters [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del norvegese Morten Tyldum è stato il campione locale con 557.086 spettatori, superato ai botteghini solo da Harry Potter e i Doni della Morte: Parte 2 [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
, ma anche il film più venduto all’estero (in 70 paesi dalla danese TrustNordisk).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

”L’aumento di spettatori è dovuto in parte alle ottime performance dei film locali — un record di 40 uscite nel 2011”, ha spiegato Birgitte Langballe, Responsabile comunicazione di Film & Kino. ”E in parte alla digitalizzazione delle sale, che consente a quelle piccole e medie di migliorare il repertorio e programmare più film”.

Per il quarto anno, le produzioni locali hanno venduto oltre 2.5 milioni di biglietti. Oltre a Headhunters, due film sono in Top10: Twigson in Trouble di Arild Østin Ommundsen (quinto, con 313.359) e Magic Silver 2: The Quest for the Mystic Horn [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Arne Lindtner Næss (ottavo, con 216.916).

Il cinema norvegese è andato bene anche ai festival internazionali: The Troll Hunter [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andre Øvredal
scheda film
]
di André Øvredal è stato presentato in oltre 45 festival internazionali, seguito da King of Devil's Island [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marius Holst, Happy, Happy [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Anne Sewitsky e The Liverpool Goalie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Arild Andresen (circa 36-31).

”Il 2011 è stato l’anno che ha fatto conoscere il cinema norvegese nel mondo”, ha dichiarato il Direttore generale del Norwegian Film Institute Nina Refseth. ”Sewitsky, Joachim Trier e Jens Lien sono stati riconosciuti come registi tra i più interessanti, e i film norvegesi sono stati i titoli festivalieri più coinvolgenti secondo critici e programmatori”.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy